skip to Main Content

Mirafiori

Che cosa combina Stellantis a Mirafiori

L'attività produttiva a Mirafiori sarà sospesa per tutto il mese di maggio con la chiusura totale dello stabilimento. I fatti e il commento della Fiom Cgil.

La direzione aziendale della Carrozzeria di Mirafiori ha comunicato ai delegati sindacali che l’attività produttiva sarà sospesa per tutto il mese di maggio con la chiusura totale dello stabilimento.

MIRAFIORI SOSPENDE LE ATTIVITÀ FINO AL 3 GIUGNO

Visto il ricorso alla cassa integrazione – spiegano le organizzazioni sindacali – le attività lavorative sui modelli Maserati e 500 Bev riprenderanno il 3 giugno, anziché il 7 maggio come da programmi.

IL COMMENTO DELLA FIOM CGIL

“Uno pensa di aver raschiato il fondo del barile e invece non c’è mai fine al peggio. Questa fermata di un intero mese è l’ennesimo schiaffone dato alle lavoratrici, ai lavoratori e alla città di Torino in generale che vedrà peggiorare la situazione economica con le inevitabili ricadute sull’indotto”, hanno detto Edi Lazzi, segretario generale della Fiom Cgil di Torino, e Gianni Mannori, responsabile di Mirafiori per la Fiom Cgil.

Questa, dicono Lazzi e Mannori, “è la dimostrazione che un unico modello per Mirafiori non basta, è troppo poco, serve una diversificazione di modelli e gamme in modo tale che, se uno non tira, è compensato da un altro che va meglio. Inoltre, questa chiusura rende evidente che i reparti di corollario, come il riciclo dei componenti del motore, i cambi ibridi e il testaggio delle batterie non sono determinanti al rilancio di Mirafiori e alla cessazione degli ammortizzatori sociali. Non c’è più tempo, il governo deve incalzare Tavares per aprire una trattativa con le organizzazioni sindacali”.

CHE PIANI (NON) HA STELLANTIS PER MIRAFIORI?

I sindacati si dicono preoccupati per l’assenza di visione strategica che lascia supporre che Stellantis non abbia alcun progetto per Mirafiori, evitando di menzionare la produzione di nuovi modelli, chiesti invece a gran voce dai metalmeccanici nella giornata di sciopero del 12 aprile scorso.

Back To Top