skip to Main Content

Ryanair decolla in Borsa e punzecchia Boeing

Ryanair

Ryanair torna all’utile nel primo semestre dell’anno: risultato netto di 1,37 miliardi rispetto alla perdita netta dell’anno precedente. Ma la compagnia lowcost ha anche avvertito che i ritardi nella consegna degli aerei da parte di Boeing potrebbero impattare la sua capacità la prossima estate.

Ryanair corre alla Borsa di Dublino, dopo avere annunciato utili semestrali record ed avere alzato la guidance per l’anno in corso.

La compagnia aerea low cost ha registrato il suo più grande profitto al netto delle tasse per la prima metà del suo anno finanziario, pari a 1,371 miliardi di euro, che risulta superiore al precedente primato segnato nello stesso periodo nel 2017, pari a 1,29 miliardi.

L’anno scorso, nel primo semestre, il vettore irlandese aveva accusato una perdita di 48 milioni.

È probabile che la ripresa del traffico e della redditività continuerà ad essere “molto forte” almeno per i prossimi tre anni, consentendo alla compagnia aerea irlandese, già la più grande d’Europa per numero di passeggeri, di ottenere importanti guadagni di quote di mercato, ha affermato l’amministratore delegato Michael O’Leary commentando gli ultimi dati finanziari.

E il titolo della compagnia irlandese low cost, numero uno del settore in Europea per numero di passeggeri trasportati, attorno alle 13 segna un progresso del 5,8% a 13,03 euro, segnala Radiocor.

Tutti i dettagli.

RICAVI TRIPLICATI

Il vettore low cost ha registrato i ricavi per il semestre pari 6,62 miliardi di euro, tre volte i 2,15 miliardi di euro per i sei mesi fino al 30 settembre dello scorso anno, quando le compagnie aeree erano ancora colpite dalle restrizioni del coronavirus. La cifra è superiore del 23% rispetto allo stesso periodo del 2019.

RITORNO ALL’UTILE

Ryanair ha guadagnato 1,371 miliardi di euro nei sei mesi fino alla fine di settembre. Sebbene si tratta di un ammontare appena al di sotto della previsione da 1,385 miliardi emersa da un sondaggio tra alcuni analisti, si tratta di una somma ben al di sopra del suo precedente record per il primo semestre dell’anno finanziario, pari a 1,29 miliardi di euro registrato a settembre del 2017. Ryanair prevede un utile al netto delle tasse compreso tra 1-1,2 miliardi di euro per l’anno fino al 31 marzo, anche se tale previsione rimane “estremamente dipendente” dall’assenza di shock negativi.

AUMENTANO I PASSEGGERI

Ryanair ha annunciato di aver trasportato 95 milioni di passeggeri nei sei mesi, rispetto ai 39 milioni di un anno prima. La compagnia ha alzato la stima di traffico per l’esercizio 2022/2023 a 168 milioni di passeggeri da 166,5 milioni, con un aumento del 13% rispetto al periodo pre-Covid. Il cfo Neil Shoran ha inoltre indicato che nel prossimo esercizio il numero dei passeggeri dovrebbe salire a 185 milioni.

OTTIMISTA O’LEARY

“Le preoccupazioni per l’impatto della recessione e dell’aumento dell’inflazione dei prezzi al consumo sul modello di business di Ryanair sono state notevolmente esagerate negli ultimi mesi”, ha affermato O’Leary in una nota. “Prevediamo che questi solidi fondamentali continueranno a sostenere un traffico robusto e una crescita media delle tariffe almeno per i prossimi 18 mesi”, ha affermato l’Ad.

Per l’intero anno la compagnia si aspetta un utile compreso tra 1,0 e 1,2 miliardi di euro. “La ripresa per il resto dell’intero anno 2022/23 rimane fragile e potrebbe ancora essere influenzata da nuove varianti di Covid o eventi geopolitici avversi come l’Ucraina”, ha affermato l’amministratore delegato Michael O’Leary. “Tuttavia, le prenotazioni anticipate rimangono forti nel periodo di punta dei viaggi natalizi”, ha aggiunto commentando i risultati.

LA STOCCATA A BOEING

Tuttavia, la crescita della compagnia aerea continua a essere limitata dalle sfide che Boeing deve affrontare nella consegna del maxi ordine di 51 velivoli 737 Max a Ryanair.

Ryanair dovrebbe ricevere un totale di 51 aeromobili prima di aprile, in tempo per l’alta stagione estiva del 2023. O’Leary ha affermato che c’era il rischio che “circa 10” non vengano consegnati. Le consegne sono fondamentali per realizzare le proiezioni di Ryanair di trasportare 185 milioni di passeggeri nell’anno finanziario fino a marzo 2024.

“Finché avremo da 45 a 46 velivoli entro la metà di giugno del prossimo anno, quell’obiettivo è ancora raggiungibile”, ha affermato O’Leary. C’erano ancora “sfide di produzione” per l’aereo, ha riconosciuto. “Penso che sia più probabile che Boeing ci lascerà a corto e finiremo con forse 40 o 45 velivoli aggiuntivi per la prossima estate”, ha il numero uno di Ryanair.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore