Mobilità

Perché British Airways ha dato fiducia ai Boeing 737 Max

di

Boeing

All’Airshow di Parigi, International Airways Group, società madre di British Airways, ha ordinato 200 Boeing 737 Max. Dopo gli incidenti in Indonesia ed Etiopia, questo modello di aereo è tuttora sottoposto a blocchi e restrizioni in diversi paesi.

A sorpresa International Airways Group (Iag), società madre di British Airways, ha deciso di ordinare 200 Boeing 737 Max durante l’Airshow di Parigi. Una mossa inaspettata e un significativo atto di fiducia nei confronti di un velivolo che è stato bloccato a terra da mesi dopo i due incidenti che l’hanno visto coinvolto in Etiopia e Indonesia.

UN ACCORDO CHE VALE 24 MILIARDI DI DOLLARI

Quello che è sicuro è che l’accordo, del valore stimato di 24 miliardi di dollari, scrive il Financial Times, mette fine a un “periodo nero per gli ordinativi” di Boeing ancora alle prese con le modifiche necessarie per poter far tornare a volare l’aereo: al momento non esiste un calendario ufficiale per poter dire quando questo accadrà, considerando anche che la compagnia americana deve ancora presentare formalmente la correzione software al regolatore dell’aviazione statunitense.

IL NUMERO UNO DI IAG SI ASPETTA UN RITORNO IN SERVIZIO NEI PROSSIMI MESI

Willie Walsh, amministratore delegato della Iag, durante la firma della lettera di intenti al salone aereo di Parigi, ha detto di avere “fiducia” in Boeing e di aspettarsi un “ritorno al servizio” del 737 Max “nei prossimi mesi”. Il manager, che è un ex pilota di 737, ha detto di aver volato con il velivolo in un simulatore e di aver sperimentato il nuovo MCAS, il sistema di aumento delle caratteristiche di manovra, che ha giocato un ruolo in entrambi gli incidenti, aggiungendo che “non esiterebbe a salire a bordo di un Max domani”, nonostante il suo ritorno in servizio debba essere “soggetto a una rigorosa revisione da parte dei regolatori”.

UN FORTE SCONTO PER INTERNATIONAL AIRWAYS GROUP?

Anche se l’ordine ha un valore di 24 miliardi di dollari a prezzi di listino, è probabile che Iag abbia ricevuto un forte sconto. Gli analisti suggeriscono che il valore effettivo dell’affare potrebbe aggirarsi attorno agli 11 miliardi di dollari. A parte questo, osserva Ft, l’accordo “è doppiamente significativo perché, sebbene Iag gestisca da tempo gli aerei a doppio corridoio di Boeing come il 747, la flotta esistente del vettore a corridoio singolo proviene quasi esclusivamente dalla famiglia di jet Airbus A320”. In sostanza, come ha chiarito lo stesso Walsh “quello che stiamo facendo è collaborare con il marchio Boeing, un marchio di cui mi fido e di cui continuerò a farlo”.

SI ADATTA BENE A GATWICK

Secondo i termini dell’accordo con Boeing, Iag acquisterà un mix di aerei 738 Max 8 e 737 Max 10 da consegnare tra il 2023 e il 2027. Walsh ha spiegato che il velivolo si adatta “molto bene con le nostre operazioni all’aeroporto di Gatwick” dove sarà utilizzato da British Airways, Vueling e una compagnia aerea francese chiamata Level.

AIRBUS CONTINUA A RACCOGLIERE ORDINI

Boeing aveva precedentemente annunciato un ordine di Korean Air per 30 787 jet Dreamliner. Air Lease Corporation aveva annunciato separatamente un accordo per l’acquisto di altri cinque Dreamliner. Mentre Airbus, nel frattempo, ha continuato a raccogliere ordini e impegni per il suo nuovo A321XLR a lungo raggio, anche da Cebu Pacific e Saudi Arabian Airlines.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati