skip to Main Content

Non solo Waymo (Alphabet) e Tesla. Baidu presenta il suo nuovo robot-taxi

Baidu Taxi

Il gigante della tecnologia cinese Baidu ha rivelato un nuovo taxi a guida autonoma. I robot-taxi di Baidu sono stati testati in 10 città cinesi dal 2020, ma l’Apollo RT6 è più economico da produrre

Baidu ha presentato il suo nuovo taxi a guida autonoma.

Il gigante gigante cinese dei motori di ricerca ha rivelato l’Apollo RT6, il suo veicolo autonomo di sesta generazione, durante la conferenza annuale di giovedì. L’obiettivo della società è di utilizzarlo per il suo servizio robotaxi Apollo Go in Cina il prossimo anno.

Il veicolo raggiungerà le strade senza volante una volta che le autorità cinesi lo approveranno, ha affermato Li Zhenyu, vicepresidente senior di Baidu alla conferenza, aggiungendo che la capacità di guida del nuovo veicolo di Baidu può eguagliare un guidatore umano esperto con oltre 20 anni di esperienza.

I suoi rivali nel paese in quest’area includono AutoX, sostenuto dal colosso tecnologico cinese Alibaba, Pony.ai, fondata da ex ingegneri di Google e Baidu e sostenuta da Toyota e WeRide, che ha ricevuto investimenti da Nissan Motore Guangzhou Automobile Group.

Ma anche dall’altra parte del Pacifico i colossi tech statunitensi si preparano a dominare il settore. L’anno scorso Waymo (la società di Alphabet) ha presentato un robotaxi senza volante, dichiarando che prevedeva di lanciare i suoi “veicoli completamente autonomi” negli Stati Uniti nei prossimi anni.

Invece ad aprile Elon Musk, ceo di Tesla ha dichiarato in una conferenza con gli investitori che la società punta ad avviare la produzione in serie del suo robotaxi senza volante o pedali nel 2024 e ha previsto che un giro in robotaxi costerà meno di un autobus biglietto.

Tuttavia, le case automobilistiche e le aziende tecnologiche di tutto il mondo stanno ancora aspettando i cenni delle autorità di regolamentazione per distribuire tali veicoli nel mondo reale, sottolinea Reuters.

L’INGRESSO DI BAIDU NELLA GUIDA AUTONOMA CON APOLLO

Baidu, che ha lanciato la sua unità di guida autonoma Apollo fondata nel 2017, è tra le numerose aziende in Cina che si sforzano di rendere realtà l’uso tradizionale dei veicoli autonomi.

Apollo Go, il servizio robotaxi di Baidu, ha operato oltre 1 milione in 10 città cinesi dal suo lancio nel 2020. Lo scorso aprile Baidu ha annunciato di aver ricevuto i permessi per schierare robotaxi senza esseri umani al posto di guida su strade aperte a Pechino.

IL NUOVO APOLLO RT6

E il prossimo veicolo a far parte del servizio Apollo Go sarà Rt6. Ogni Apollo RT6 costerebbe 250.000 yuan (31.000 dollari), significativamente meno rispetto ai modelli precedenti, ha affermato Baidu.

“Questa massiccia riduzione dei costi ci consentirà di distribuire decine di migliaia di AV [veicoli automatizzati] in tutta la Cina”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Baidu Robin Li alla conferenza di giovedì. “Ci stiamo muovendo verso un futuro in cui prendere un robotaxi sarà la metà del costo di prendere un taxi oggi.”

La società spera che l’RT6 si unisca alla sua flotta esistente nella seconda metà del 2023, per una prova su piccola scala, e prevede di averne 100.000 sulle strade.

Il nuovo veicolo avrà capacità autonome di livello 4 che non richiedono l’intervento umano, con 8 lidar e 12 telecamere accanto all’auto. I lidar sono sistemi di rilevamento, simili ai radar, che utilizzano la luce laser pulsata anziché le onde radio. Baidu non ha rivelato il produttore del nuovo modello.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore