skip to Main Content

F-35 Israele ARMI

Israele, per la prima volta F-35 abbatte missile da crociera

Israele ha utilizzato l'F-35I per abbattere un missile da crociera, il primo per Joint Strike Fighter. Le Forze di Difesa israeliane hanno mostrato come uno dei razzi sia stato intercettato dal caccia prodotto da Lockheed Martin

Primo missile da crociera intercettato e abbattuto da un F-35 di Israele.

Le Israel Defense Forces (Idf), forze di difesa israeliane, hanno affermato di aver utilizzato aerei da combattimento F-35I Adir per abbattere un missile da crociera questa settimana, la prima intercettazione di missili da crociera conosciuta da parte del caccia stealth di fabbricazione americana, sottolinea Breaking Defense.

Secondo i media il missile probabilmente proveniva dallo Yemen, sebbene l’Idf non abbia specificato il sito di lancio.

Prodotto dalla Lockheed Martin Corp, l’F-35 è il caccia di quinta generazione Jsf che Israele ha adottato nella versione personalizzata “Adir”. Il paese è anche l’unico del Medio Oriente a farli volare. Lo scorso 3 settembre Il ministro della Difesa Yoav Gallant ha presentato una lettera ufficiale di richiesta (LOR) agli Stati Uniti e alla Lockheed Martin per l’acquisto di un terzo squadrone di 25 aerei F-35, che alla fine porterà il complemento totale di Israele a 75 aerei.

Sebbene Israele non abbia specificato quale arma abbia utilizzato per intercettare il missile da crociera in arrivo, le varianti F-35I israeliane sono armate sia con missili AIM-9X Sidewinder che Aim-120 AMRAAM, sottolinea la testata americana.

Finora, l’aeronautica israeliana ha fornito numerose prove del ruolo attivo dei suoi caccia F-15 e F-16 nell’attuale conflitto di Gaza, segnala The Drive. E ora c’è anche la conferma ufficiale dell’impiego dell’F-35I.

ISRAELE HA COLPITO UN MISSILE DA CROCIERA CON F-35: L’ANNUNCIO DELL’IDF VIA X

“Negli ultimi giorni, un missile da crociera lanciato da sud-est verso lo spazio aereo israeliano è stato rilevato dai sistemi di controllo e rilevamento dell’IAF (Israel Air Force). Dopo aver tracciato la traiettoria del missile da crociera, gli aerei da combattimento Adir sono stati fatti decollare e hanno intercettato con successo il missile”, ha reso noto il 2 novembre l’Idf, pubblicando il video dell’incidente.

Quindi, oltre a verificare che questi velivoli avanzati siano impegnati nei combattimenti, è anche la prima conferma che un’aeronautica militare abbia impiegato un F-35 per abbattere un obiettivo di questo tipo.

https://twitter.com/IDF/status/1720081401721270646

IL CACCIA DI QUINTA GENERAZIONE DI LOCKHEED MARTIN CONTRO I MISSILI DA CROCIERA

Sebbene questa sia la prima volta che si sa che un F-35 ha intercettato e abbattuto un missile da crociera, si è discusso a lungo di questa capacità, ricorda Breaking Defense.

La Missile Defense Review dell’amministrazione Trump, pubblicata nel gennaio 2019, includeva lo sviluppo e l’armamento dell’F-35 per una missione di intercettazione di missili balistici intercontinentali.

Sempre nel 2019 il Jerusalem Post ha riferito che “tra le preoccupazioni che l’Iran possa attaccare Israele con missili da crociera, un rappresentante senior della Lockheed Martin ha rivelato martedì che l’aereo da caccia stealth F-35 Adir può rilevare e intercettare tali minacce”.

All’epoca Gary North, vicepresidente per le esigenze dei clienti di Lockheed Martin Aeronautics, dichiarò alla stampa “che il radar AESA AN/APG-81 consente al jet avanzato di identificare e intercettare minacce aeree che volano a bassa quota e ad alta velocità, come aerei da crociera missili.”

UN ALTRO PRIMATO DELL’AERONAUTICA ISRAELIANA

Nel maggio 2018 Israele ha annunciato di essere diventato il primo operatore a utilizzare il caccia di quinta generazione in operazioni offensive. Da allora, ha registrato successi anche nel combattimento aereo contro droni.

Nel 2022, l’aeronautica israeliana ha rivelato che i suoi F-35I, l’anno precedente, avevano preso parte ai loro primi scontri aerei. I caccia avevano abbattuto almeno due droni iraniani che, a quanto comunicano le forze israeliane, si stavano dirigendo verso il territorio israeliano, ricorda The Drive.

Si è trattato della prima volta che una forza armata ha impiegato gli F-35 per fronteggiare minacce aeree.

LA PARTECIPAZIONE DEL PAESE AL PROGRAMMA JSF

Inoltre, Israele è il primo paese al di fuori degli Stati Uniti ad acquisire l’F-35. Tel Aviv ha ricevuto i suoi primi jet F-35 nel dicembre 2016. È diventato così il primo paese del Medio Oriente a riceverli e a utilizzare l’areo in combattimento nel maggio 2018.

Il paese ha accettato di acquistare almeno 50 aerei da combattimento F-35 da Lockheed Martin. Finora Tel Aviv ha ricevuto 36 aerei e gli aerei rimanenti dovrebbero arrivare in lotti di due o tre fino al 2024. Rapporti dei media già dall’anno scorso rivelavano che Israele avrebbe cercato di acquistare altri 25 velivoli.

I NUOVI F-35 PER ISRAELE

La nuova flotta porterà Israele a 75 aerei da combattimento complessivi nei prossimi anni.

Gli ulteriori 25 velivoli saranno consegnati in lotti di tre a partire dal 2027. “Questo nuovo accordo garantirà la continuazione della cooperazione tra le società statunitensi e le industrie della difesa israeliane nella produzione di parti di aeromobili”, aveva spiegato già a luglio il ministro Gallant.

Lockheed Martin e il produttore di motori Pratt & Whitney hanno concordato di coinvolgere le società di difesa israeliane nella produzione di componenti per aeromobili, ha aggiunto il ministero israeliano.

Back To Top