Advertisement skip to Main Content

Amazon Rivian

Il mezzo divorzio fra Rivian e Amazon sui furgoni elettrici

Rivian ha chiuso l'accordo di esclusiva con Amazon. Il produttore di veicoli elettrici può negoziare nuovi accordi con altri operatori dal momento che prevede di aumentare la produzione. Nel 2019 il colosso dell'e-commerce aveva investito più di un miliardo nella startup californiana (principale socio con il 17% delle azioni).

I van Rivian non saranno più un’esclusiva di Amazon.

Ieri la casa automobilistica elettrica ha dichiarato che ora consentirà ad altre società di acquistare i suoi furgoni elettrici commerciali, ponendo fine a un accordo di esclusiva che il colosso dell’e-commerce si è assicurato quando ha investito più di un miliardo di dollari in Rivian, descritta come un promettente concorrente di Tesla ma che ha lottato per rafforzare i suoi numeri di produzione al consumo.

Nel 2019 Amazon ha investito infatti nelle startup californiana (principale socio con il 17% delle azioni). Contestualmente, il fondatore di Amazon Jeff Bezos aveva annunciato l’acquisto di 100.000 veicoli elettrici dalla società per rendere Amazon un’azienda a zero emissioni di carbonio entro il 2040.

Tuttavia, già a marzo Rivian era in trattative con Amazon per eliminare in anticipo la clausola di esclusività (il termine previsto era fissato alla consegna di un totale di 100.000 furgoni elettrici, prima della fine del decennio).Il produttore di veicoli elettrici ha dichiarato durante la sua chiamata agli investitori che intende ancora raggiungere l’obiettivo di Amazon.

I prezzi delle azioni di entrambe le società sono aumentati in seguito all’annuncio. “Naturalmente, ciò che va bene per Rivian va bene anche per Amazon; il rivenditore possiede una partecipazione del 17% nel produttore di veicoli elettrici” commenta TechCrunch.

Tutti i dettagli.

FINE DELL’ESCLUSIVA TRA RIVIAN E AMAZON

Rivian Automotive Inc. ha concluso un accordo di esclusività per la vendita di furgoni elettrici a batteria ad Amazon dal momento che la casa automobilistica ha aumentato le sue previsioni per la sua produzione complessiva quest’anno.

“Stiamo lavorando all’accordo di esclusiva con Amazon da un po’”, ha dichiarato martedì il ceo di Rivian RJ Scaringe durante la call con gli investitori. “In questo modo, abbiamo costruito rapporti con una serie diversificata di operatori commerciali, dall’ultimo miglio alla vendita al dettaglio.”

LE MOTIVAZIONI

Come sottolinea Bloomberg, il produttore californiano prevede di costruire quest’anno 54.000 veicoli elettrici attraverso i suoi due modelli di consumo e i furgoni che fornisce ad Amazon, secondo una lettera agli azionisti. Si tratta di 2.000 veicoli in più rispetto alle indicazioni precedenti fornite ad agosto e in aumento rispetto all’obiettivo originale di 50.000 per il 2023 segnalato agli investitori a febbraio.

LE CONSEGUENZE

Con effetto immediato, Rivian potrà negoziare nuovi accordi per vendere i suoi furgoni elettrici per le consegne ad altri operatori di flotte, ha affermato la società in una nota martedì.

L’OBIETTIVO DEL COLOSSO DELL’E-COMMERCE

Tuttavia, Rivian prevede ancora di onorare l’accordo originale con Amazon per la consegna di 100.000 furgoni al colosso dell’e-commerce entro il 2030.

Proprio lo scorso ottobre la società guidata da Andy Jassy ha annunciato di disporre di 10.000 veicoli elettrici Rivian per le consegne che effettuano rotte attraverso gli Stati Uniti e l’Europa. Potrebbero sembrare un sacco di furgoni, e lo è, ma secondo quanto riferito, i 10.000 furgoni ordinati dal gigante della vendita al dettaglio erano “nella fascia bassa di una gamma che Amazon aveva comunicato in precedenza al produttore di automobili”, ha scritto il Wall Street Journal a marzo. Da qui le trattative per annullare anticipatamente l’accordo di esclusiva, osserva ancora TechCrunch.

LA POSIZIONE DI AMAZON, PRINCIPALE SOCIO DI RIVIAN

“Abbiamo sempre affermato che vogliamo che altri traggano vantaggio dalla tecnologia [di Rivian] nel lungo termine perché avere più veicoli elettrici per le consegne su strada è positivo per le nostre comunità e per il nostro pianeta”, ha affermato il capo dei trasporti di Amazon, Udit Madan, in una dichiarazione preparata.

D’altronde Amazon possiete una quota di circa il 17% di Rivian, avendo investito un totale di oltre 1,3 miliardi di dollari nella società.

Ma come la maggior parte dei produttori, Rivian ha combattutto contro i problemi della catena di approvvigionamento e gli ostacoli alla produzione interna. E le difficoltà della startup automotive elettrica si sono ritorte su Amazon, principale azionista di Rivian.

I CONTI DELLA STARTUP DI FURGONI ELETTRICI

Secondo il comunicato, Rivian ha registrato una perdita di 1,19 dollari per azione su base rettificata lo scorso trimestre. Si tratta di un risultato migliore del deficit di 1,32 dollari per azione previsto in media nelle stime compilate da Bloomberg. Nel terzo trimestre i ricavi sono stati pari a 1,34 miliardi di dollari, leggermente superiori alle aspettative.

Back To Top