skip to Main Content

Gli Stati Uniti consegnano altri 3 caccia F-35 a Israele

Israele F-35

I nuovi caccia arrivati ​​in Israele ieri si uniranno ai 33 F-35 già consegnati dall’appaltatore della difesa statunitense, Lockheed Martin.

Israele ha ricevuto tre nuovi caccia F-35 dagli Stati Uniti.

Tre cacciabombardieri con caratteristiche stealth F-35i “Adir” sono atterrati ieri alla base aerea di Nevatim, nel Negev. Lo ha comunicato la Israel Defense Forces, con un post su Twitter.  Gli aerei entreranno a far parte dello squadrone “Golden Eagle” e prenderanno parte alle attività operative dell’Aeronautica militare a partire dalle prossime settimane. Con l’arrivo degli ultimi tre aerei, la flotta di F-35 in dotazione a Israele sale a quota 36 velivoli.

La scorsa settimana, due caccia F-35 “Adir” dell’aeronautica israeliana (IAF) hanno scortato due bombardieri B-52 americani sopra lo spazio aereo israeliano sulla via del ritorno dal Golfo Persico, ha affermato il 10 novembre l’unità del portavoce dell’IDF. “Il volo è avvenuto nell’ambito della crescente cooperazione con l’esercito americano, che è una componente significativa della sicurezza nazionale dello Stato di Israele, mantenendo la stabilità regionale e contrastando le minacce regionali”, hanno affermato le forze di difesa israeliane in una nota.

“Un’apparente dimostrazione di forza verso l’Iran in mezzo alle tensioni nella regione” ha commentato Times of Israel.

Tutti i dettagli.

GLI F-35 DI ISRAELE

Come ricorda The Jerusalem Post, Israele è stato il primo paese ad acquistare l’F-35 come parte di una vendita militare straniera con gli Stati Uniti nell’ottobre 2010. L’aereo è diventato operativo nell’aeronautica israeliana nel dicembre 2017 e da allora è in pieno servizio operativo.

Il modello F-35i “Adir” è stato modificato unicamente per Israele, consentendo allo Stato ebraico di integrare i propri sistemi di guerra elettronica, inclusi sensori e contromisure.

Entro il 2024, Israele dovrebbe ricevere altri 14 cacciabombardieri di quinta generazione prodotti dall’americana Lockheed Martin per portare il numero totale a 50. Rapporti dei media dell’anno scorso rivelavano che Israele avrebbe cercato di acquistare altri 25 velivoli.

UTILIZZATI PER ABBATTERE I DRONI IRANIANI

Infine, Israele ha utilizzato i caccia F-35i Adir per abbattere due droni iraniani: lo hanno dichiarato lo scorso marzo le forze di difesa israeliane. Sebbene le intercettazioni siano avvenute l’anno scorso, Israele ha rivelato l’intera storia solo il 7 marzo, riporta Defense News.

“Nel marzo 2021, il regime iraniano ha lanciato due UAV verso il territorio israeliano. Gli UAV sono stati intercettati con successo dall’aereo F-35i “Adir” dell’aeronautica israeliana. Questa è stata la prima intercettazione operativa di un UAV da parte di un aereo F-35i al mondo”, ha affermato l’IDF. “L’intercettazione è stata effettuata con successo da velivoli F-35i ‘Adir’ (del 116° e 140° Squadrone). L’F-35i “Adir” ha dimostrato la capacità di rilevare, identificare e ingaggiare un bersaglio in modo rapido e preciso”.

Israele ha sostenuto che l’intercettazione è avvenuta prima che gli UAV potessero entrare nello spazio aereo israeliano. Ciò significa che sono stati abbattuti nello spazio aereo di almeno un altro paese, sebbene Israele non abbia identificato quale potesse essere. In particolare, l’Iran ha pilotato droni dalla Siria nello spazio aereo israeliano in precedenza, nel febbraio 2018 e nel maggio 2021, evidenziava Defense News.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore