skip to Main Content

Cosa faranno General Motors, Lg e Livent sui metalli per le batterie

General Motors

General Motors ha firmato degli accordi per la fornitura di materiale per le batterie con Lg Chem e Livent. Tutti i dettagli

La società automobilistica americana General Motors ha annunciato martedì scorso di aver firmato degli accordi con LG Chem (sudcoreana) e Livent (statunitense) per la fornitura di materiali critici per le batterie dei veicoli elettrici.

FORNITURE GARANTITE

General Motors ha anche fatto sapere che, grazie a questi ultimi due accordi, si è garantita gli approvvigionamenti di tutte le materie prime per le batterie, come il litio, il nichel, il cobalto e il materiale attivo del catodo. La società sostiene di essere sulla buona strada per il raggiungimento dell’obiettivo di produzione di un milione di veicoli elettrici all’anno in Nordamerica entro la fine del 2025.

L’ACCORDO CON LG CHEM

Nello specifico, LG Chem fornirà a General Motors 968mila tonnellate di materiale per il catodo (l’elettrodo positivo delle batterie) a partire dalla seconda metà del 2022 e fino al 2030. Si tratta di una quantità sufficiente ad alimentare circa cinque milioni di veicoli elettrici. Il materiale per il catodo viene prodotto utilizzando il nichel, il litio e altri materiali, e rappresenta grossomodo il 40 per cento del costo di una batteria.

– Leggi anche: Quanto costeranno a LG le sbandate con General Motors sulle batterie

L’ACCORDO CON LIVENT

Livent, invece, fornirà al produttore automobilistico dalle quantità non specificate di idrossido di litio per le batterie. L’accordo avrà la durata di sei anni, a partire dal 2025.

PRODUZIONE “LOCALE”

General Motors ha fatto sapere che lavorerà, assieme ai due fornitori, per rendere locale la produzione – che sarà interna al Nordamerica, dunque -, coerentemente con la tendenza all’accorciamento delle catene del valore (reshoring).

COSA FANNO FORD E CATL

Circa una settimana prima dell’annuncio di General Motors, un’altra casa automobilistica americana, Ford, ha firmato un accordo di importazione di batterie al litio-ferro a basso costo con la compagnia cinese CATL, la maggiore produttrice di batterie per le auto elettriche al mondo. Ford disse che i suoi accordi di fornitura le garantivano il 70 per cento dei materiali di cui ha bisogno per produrre due milioni di veicoli elettrici all’anno entro il 2026.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore