Mobilità

Teksid, ecco l’ultimo spezzatino di Fca

di

teksid

Fca vende il business della componentistica di ghisa di Teksid alla brasiliana Tupy. Tutti i dettagli

Nuovi spezzatini in vista in Fca. La società, prima del matrimonio finanziario con Psa, che darà vita alla quarta casa automobilistica al mondo con sede in Olanda, ha deciso di vendere il business della componentistica di ghisa di Teksid alla brasiliana Tupy. Andiamo per gradi.

COSA FA TEKSID

Partiamo dalla protagonista. La società oggetto della cessione è stata fondata nel 1978 dal gruppo Fiat per riunire Ferriere Piemontesi, Industrie Metallurgiche Torino e Ferriera di Buttigliera Alta. L’azienda conta sette stabilimenti in tutto il mondo (quattro in Europa, uno in Sudamerica, uno in America Centrale e uno in Cina) ed opera su due linee di prodotti: Teksid Iron, che produce particolari in ghisa per motori, sospensioni e altri componenti per il settore automobilistico e veicoli industriali; Teksid Aluminum, che produce particolari in alluminio quali teste cilindri, basamenti motore (il settore alluminio rimane ad Fca).

CHI È TUPY

Storia ben più lunga, invece quella della brasiliana Tupy fondata il 9 marzo del 1938, nella città di Joinville. L’impresa metallurgica, che sviluppa soluzioni in ghisa destinate soprattutto al settore automobilistico, è nata come piccola azienda di famiglia, ma gli anni ’70 hanno rappresentato la grande svolta che ha portato la società ad affermarsi a livello internazionale:

La società ha circa 13.000 dipendenti in quattro parchi industriali, due in Brasile e due nello stato di Coahuila , in Messico ed opera in oltre 40 paesi.

OPERAZIONE DA 210 MILIONI

Fca ha deciso di vendere l business della componentistica di ghisa di Teksid a Tupy per 210 milioni di euro. Nel perimetro della cessione, dunque, rientrano esclusivamente gli stabilimenti di produzione ghisa di Teksid in Brasile, Messico, Polonia e Portogallo, nonché la partecipazione detenuta da Teksid in una joint venture in Cina.

OPERAZIONE SERVE APPROVAZIONE ANTITRUST

La vendita, soggetta ad approvazione antitrust, sarà perfezionata nel secondo semestre del 2020 ed è soggetta alle usuali condizioni di closing.

UNA COLLABORAZIONE CHE CONTINUA

“Tupy è sempre stato un fornitore strategico nel settore dei componenti strutturali in ghisa. Insieme, Teksid e Tupy continueranno a sviluppare nuove tecnologie per sostenere la continuità del successo dei nostri prodotti”, ha sottolineato Scott Garberding, global chief manufacturing officer di Fca. “L’operazione rappresenta un altro passo importante nell’implementazione del business plan di Fca”.

L’ANALISI DEL SOLE 24 ORE

“Teksid è riconosciuta in tutto il mondo per la qualità dei suoi prodotti e per l’eccezionale talento e la competenza tecnica dei suoi team. Tupy dunque potrà fare un importante passo per l’espansione nel mercato asiatico dalle significative opportunità di crescita e consoliderà inoltre la presenza dell’azienda nei segmenti strategici del settore dei beni strumentali a livello globale, ampliando significativamente il potenziale di crescita dei servizi di produzione, assemblaggio e ingegneristici. La transazione dovrebbe rafforzare la partnership strategica tra Tupy e FCA che, a seguito del closing, rimarrà uno dei principali clienti del nuovo gruppo risultante dall’unione di Tupy e Teksid”, si legge sul Sole 24 Ore.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati