Mobilità

Fca, Fiat e Chrysler: le polemiche italiane e la lezione americana

di

Fca germania

Il commento di Giuseppe Sabella su Fca e dintorni


Com’è noto, Fca ha chiesto un prestito alle banche da 6,3 miliardi di € per il quale si è avviata la procedura prevista dal Decreto Liquidità per ottenere una garanzia da Sace, gruppo Cdp. Si tratta di una linea di credito di 3 anni destinata non soltanto alle attività di Fca in Italia ma anche a sostegno della filiera dell’automotive che è composta da circa 10 mila pmi e che vale oltre il 6% del Pil.

Consideriamo che in questo periodo di estrema difficoltà per l’economia, e per il settore dell’auto in particolare, le grandi aziende hanno fatto da banca per le più piccole. Che senso ha, quindi, la polemica contro Fca? Il clima antindustriale che c’è nel nostro Paese non perde mai occasione per farsi sentire.

Tuttavia, è interessante ricordare, proprio a proposito di Fca, un particolare importante: quando nel 2009 Marchionne e la Exor ottennero un prestito dal Tesoro americano (9 miliardi di dollari) per salvare Chrysler, la task force organizzata da Obama per la gestione dell’operazione chiese come condizione essenziale che Fiat studiasse qualcosa che rilanciasse la Chrysler sul mercato. Fu così che, per la prima volta nella sua storia, Chrysler si trovò dotata di motori a basso consumo: erano i motori VM, azienda motoristica italiana sita a Cento, in provincia di Ferrara. Il motore VM era l’oggetto dell’intesa.

Per tornare ai giorni nostri, è chiaro che la salvaguardia del settore e dei livelli occupazionali sono fattori importantissimi. Tuttavia, è chiaro anche che l’Italia non può rassegnarsi ad aver perso la sua azienda più importante e che qualche tentativo per riavvicinarla va fatto. Naturalmente, tutto ciò passa anche da un sistema Paese più moderno e più attrattivo per l’impresa. E, forse, più capace di costruire con gli investitori operazioni virtuose. Come quella che il Tesoro americano face con Fiat nel 2009. Quando saremo in grado di farle anche noi?

 

Twitter: @sabella_thinkin

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati