Mobilità

Fca, Bmw, Daimler e Nissan. Chi sfreccia (e chi frena) nelle immatricolazioni auto europee

di

immatricolazioni auto bmw

Fca, Bmw, Daimler, Nissan e non solo: ecco chi sale e chi scende nelle immatricolazioni auto in Europa a settembre 2019

Sfrecciano, a settembre, le immatricolazioni auto. Le vendite di nuove auto in Europa sono cresciute del 14,4%, con le vendite del gruppo Fiat Chrysler aumentate di quasi il 13%, secondo i dati forniti dall’associazione dei produttori europei Acea.

Ma i numeri positivi si confrontano con un settembre 2018 particolarmente debole.

I NUMERI DI SETTEMBRE 2019

A settembre 2019 sono state immatricolate, nei paesi Ue ed Efta, 1,29 milioni di nuove auto. La domanda è cresciuta del 14,5%.

immatricolazioni autoUN BALZO DEBOLE

Si tratta si numeri positivi, ma relativamente. “Questa forte crescita su base annua è il risultato di una bassa base di confronto, poiché le registrazioni sono diminuite significativamente a settembre 2018 (-23,5%)”, spiega Acea, a seguito dell’introduzione dello standard Wltp per la misurazione delle emissioni e dei consumi.

UN ANNO (ANCORA) IN NEGATIVO

Il balzo di settembre non è riuscito nemmeno a cancellare lo spettro di un anno negativo. Nei primi nove mesi del 2019, le immatricolazioni di auto nuove sono diminuite dell’1,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Fino ad oggi, infatti, solo la Germania (+ 2,5%) è stato l’unico grande mercato a pubblicare risultati positivi finora quest’anno. La Spagna (-7,4%) ha registrato il calo più forte, seguita da Regno Unito (-2,5%), Italia (-1,6%) e Francia (-1,3%).

MERCATI TUTTI POSITIVI. BULGARIA FA ECCEZIONE

Tornando a concentrarci sul solo mese di settembre, invece, tutti gli stati membri dell’UE hanno registrato immatricolazioni in aumento, ma fa eccezione la Bulgaria.

Da segnalare , in particolare, le performance di quattro dei cinque principali mercati dell’UE, che hanno persino registrato guadagni a doppia cifra: Germania (+ 22,2%), Spagna (+ 18,3%), Francia (+ 16,6%) e Italia (+ 13,4%).

Nel Regno Unito, fanno sapere da Acea, “la ripresa del mercato è stata molto limitata (+ 1,3%), poiché le incertezze legate alla Brexit hanno continuato a incidere sulla fiducia dei consumatori.”

FCA, IN PERDITA MASERATI

Le immatricolazioni di Fca hanno registrato un incremento del 12,8% a 69.467 unità, con una quota di mercato in leggero calo al 5,4% dal 5,5% di settembre 2018. Bene Fiat (+10.8), Lancia (+23.3) e Alfa Romeo (+25.9). “Altri”, in cui sono inclusi Dodge e Maserati, registrano invece una perdita del 45.6%.

Guardando ai primi nome mesi, invece, Fca lascia sul terreno il 10.2%, con la sola Lancia che cresce del +29.2.

VOLKSWAGEN, RENAULT E DAIMLER, CHI SALE NELLE IMMATRICOLAZIONI UE

Volkswagen mette a segno un +46,8%, sebbene perda l’1,3% da inizio anno rispetto al 2018. Il gruppo PSA registra un timido +4.3, ma perde lo 0,2 nei primi 9 mesi. Il gruppo Renault, a settembre, cresce nelle immatricolazioni del 27,8%, ma segna un -2,4% da gennaio a settembre.

Daimler cresce del +6.9 a settembre e del +3.7 da inizio anno.

auto

NISSAN E JAGUAR: ECCO CHI SCENDE NELLE IMMATRICOLAZIONI

Settembre da dimenticare per Nissan: ‐7.0 a settembre e ‐25.8 nei primi 9 mesi. Honda lascia per strada il 12.9% delle immatricolazioni da inizio anno, e il 3.9 a settembre.

Male anche il gruppo Jaguar: ‐2.8 rispetto a settembre 2018, e ‐0.8 da gennaio a febbraio 2019 rispetto alle performance registrate nello stesso periodo dello scorso anno.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati