skip to Main Content

La turca Baykar offre gratis i suoi droni all’Ucraina

Droni Ucraina

Personalità ucraine e lituane hanno lanciato campagne di crowdfunding per acquistare droni da combattimento Bayraktar TB2. In due occasioni, il produttore di aeromobili turco ha preferito offrire i suoi velivoli. L’articolo di Giuseppe Gagliano

Personalità ucraine e lituane hanno lanciato campagne di crowdfunding per acquistare droni da combattimento Bayraktar TB2. In due occasioni, il produttore di aeromobili turco ha preferito offrire i suoi aerei.

L’obiettivo era raccogliere 19 milioni di euro, sufficienti per acquistare almeno tre dei famosi droni da combattimento Bayraktar TB2 dalla società turca Baykar. Un sito dedicato alle donazioni è stato creato dal presentatore dietro la campagna di raccolta fondi. Sono stati sufficienti tre giorni per riscuotere l’importo fissato dagli organizzatori.

Le forze armate ucraine ne avevano già acquisite una ventina e l’aereomobile ha dimostrato il suo valore fin dall’inizio dell’invasione. Considerato dagli esperti come un ottimo rapporto qualità/prezzo – circa 5 milioni di dollari per unità – questo drone è utile per colpire un veicolo blindato in una base con i suoi missili a guida laser.

Il 24 giugno, Serhiy Prytula, l’organizzatore delle richieste di donazioni, ha annunciato su Twitter che l’esercito ucraino sarà in grado di ordinare tre Bayraktar TB2. Quattro giorni dopo, il 28 giugno, la compagnia turca ha rilasciato una dichiarazione affermando che stava generosamente offrendo i tre aerei all’Ucraina.
Questo è già il quarto drone che il produttore turco offre all’Ucraina nell’arco di un mese. Il 27 maggio, Andrius Tapinas, un presentatore televisivo lituano, aveva già avuto l’idea di lanciare un sito per finanziare l’acquisto di un Bayraktar TB2 per l’Ucraina.
Questa volta, un totale di 6 milioni di euro è stato raccolto in cinque giorni, principalmente sotto forma di piccole donazioni secondo Laisves TV, l’operatore internet che impiega Andrius Tapinas.

Il 2 giugno, il gruppo di armi turco ha annunciato che il drone sarebbe stato offerto all’Ucraina. Circa 1,6 milioni di euro saranno utilizzati per pagare l’armamento del drone, ha affermato il Ministero della Difesa lituano. Se Baykar è così generoso con l’Ucraina, è sicuramente perché le forze armate di Kiev hanno condotto la migliore campagna promozionale possibile per il prodotto di punta dell’azienda. Dall’inizio dell’invasione, l’esercito ucraino ha trasmesso le gesta dei droni da guerra in video accattivanti come una serie Netflix. Il loro uso – insieme a quelli dei missili portatili Javelin o NLAW – ha notevolmente indebolito l’immagine dei veicoli blindati in un conflitto moderno.

Di conseguenza, molti paesi hanno già ordinato di acquisire i famosi droni turchi: Marocco, Niger, Turkmenistan, Tagikistan, Polonia, Serbia e molti altri stanno iniziando a prospettare.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore