skip to Main Content

Ecco come la Polonia fa festeggiare Leonardo (ex Finmeccanica)

Leonardo Polonia

PZL-Świdnik, società controllata di Leonardo, si aggiudica in Polonia un contratto del valore lordo di 8,25 miliardi di zloty (1,76 miliardi di euro) per 32 elicotteri multiruolo AW149 per le Forze Armate

 

Maxi commessa dalla Polonia per gli AW149 di Leonardo.

PZL-Świdnik, la società polacca interamente controllata da Leonardo, ha ottenuto dal Ministero della Difesa della Polonia un contratto del valore lordo di 8,25 miliardi di zloty (circa 1,76 miliardi di euro) per la fornitura di 32 elicotteri multiruolo AW149.

Il contratto è stato annunciato oggi nel corso di una cerimonia ufficiale presso lo stabilimento di PZL-Świdnik, alla presenza di rappresentanti del Governo polacco.

“L’ottenimento oggi di questo contratto fornisce ulteriore prova della nostra capacità di rispettare gli impegni nei confronti della Polonia, tra i quali lo sviluppo delle attività produttive elicotteristiche e della supply chain locale con ritorni per l’industria polacca” ha commentato l’ad di Leonardo Alessandro Profumo.

Le consegne degli elicotteri saranno effettuate nel periodo 2023-2029.

COSA PREVEDE IL CONTRATTO

Il contratto include pacchetti di servizi logistici, di addestramento e simulazione riferisce una nota del gruppo di Piazza Monte Grappa. Nello specifico, il pacchetto logistico comprende parti di ricambio e equipaggiamento per la gestione a terra degli elicotteri. Il pacchetto di addestramento e simulazione prevede servizi completi per piloti e tecnici addetti alla manutenzione e la consegna di avanzati simulatori e sistemi dedicati.

L’OBIETTIVO DEGLI ELICOTTERI AW149

In particolare, i nuovi elicotteri svolgeranno missioni quali trasporto truppe e supporto aereo. Gli equipaggiamenti degli elicotteri permetteranno anche l’evacuazione di feriti, la ricerca e soccorso in combattimento e il trasporto di rifornimenti. La configurazione degli elicotteri, pienamente in linea con i requisiti delle forze armate polacche, prevede anche sistemi di osservazione, armamento leggero, razzi guidati/non guidati e missili, sistemi di auto-protezione. L’armamento, in base alla  variante e alla configurazione dell’elicottero, può essere installato in cabina o come carico esterno.

LA PRESENZA DI LEONARDO IN POLONIA

Inoltre, in qualità di prime contractor, PZL-Świdnik realizzerà una linea di produzione locale per i nuovi elicotteri. Leonardo farà quindi ulteriori investimenti nello stabilimento polacco in aggiunta a quelli complessivamente pari a circa un miliardo di euro già effettuati dal 2010. Come spiega il gruppo, si tratta di “un importante contributo all’industria aeronautica e della difesa polacca”.

La presenza di Leonardo in Polonia è significativa: il Paese, tra l’altro, è anche il secondo cliente export (dopo Israele) per gli aerei addestratori M-346, un programma che apre la strada anche all’attività di addestramento piloti dell’International Flight Training School creata in collaborazione tra Leonardo e Aeronautica Militare.

LA STIMA DI BANCA AKROS

Tornando al contratto per i 32 AW149, il valore dell’ordine supera le stime degli analisti. Nei giorni scorsi Banca Akros ha stimato che il contratto avrebbe potuto valere 1,1 miliardi di euro. La somma equivale a circa il 7,7% dell’obiettivo di acquisizione ordini di Leonardo per il 2022, segnalavano gli analisti di Akros.

POSITIVO IL TITOLO LEONARDO A PIAZZA AFFARI

E l’annuncio odierno scatena gli acquisti per le azioni di Leonardo. Come riporta MF, “titolo Leonardo contro corrente rispetto al mercato (-0,37% l’indice Ftse Mib) e su di giri a Piazza Affari con un progresso del 2,71% a quota 9,94 euro (massimo intraday a 9,97 euro)” spinto dalla notizia del maxi contratto in Polonia.

L’AW149 IN POLE ANCHE NEL REGNO UNITO

Infine, sempre l’elicottero AW149 di Leonardo è ben posizionato anche per il programma New Medium Helicopter (NMH) del Regno Unito da 1,2 miliardi di sterline.

Il Regno Unito ha lanciato ufficialmente il programma New Medium Helicopter (Nmh) per l’acquisto di nuovi elicotteri militari per sostituire la flotta di 23 Puma HC2 della Royal Air Force più altri tre modelli di elicotteri entro la metà del decennio.

Il 18 maggio il ministero della Difesa ha pubblicato il bando di gara per acquisire fino a 44 nuovi velivoli ad ala rotante. Leonardo Helicopters spera di ottenere l’accordo promuovendo la fabbricazione degli elicotteri a Yeovil in Gran Bretagna. L’anno scorso il gruppo guidato da Alessandro Profumo si è impegnato a investire in una nuova linea di produzione nel Somerset se la difesa britannica dovesse scegliere i suoi nuovi elicotteri AW149.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore