Advertisement skip to Main Content

Comac C919

Comac, tutti i piani del rivale cinese di Boeing e Airbus

Di recente la Cina ha presentato il suo aereo di linea C919: il paese cerca di sfidare la presa di Airbus e Boeing a partire dal mercato asiatico. Ecco i dettagli.

Riuscirà Pechino con il suo aereo di linea C919 a infrangere il duopolio dei jet passeggeri di Boeing e Airbus?

Lo scorso febbraio la Cina ha presentato il C919 al Singapore Airshow, “un chiaro segno che l’aspirante rivale di Boeing e Airbus vedeva nel sud-est asiatico la migliore opportunità per le vendite all’estero”, secondo il Financial Times. Durante questo evento Pechino ha presentato agli acquirenti internazionali il C919, il suo primo aereo da trasporto passeggeri, e e incassato i primi accordi.

Lo scorso 28 maggio il C919 ha completato con successo il suo primo volo commerciale, segnando un importante punto di svolta per l’industria aeronautica cinese che da tempo aspirava a competere con le sue controparti occidentali.

Il velivolo è stato sviluppato dalla Corporazione dell’aviazione commerciale della Cina (Comac) da un progetto lanciato nel 2007, ma si affida a catene di fornitura internazionali.

Progettato per competere con l’Airbus A320 e il Boeing 737 Max, il C919 può trasportare molti più passeggeri e ha un raggio d’azione molto più lungo rispetto al suo fratello minore, l’ARJ21, il primo jet domestico cinese, in servizio dal 2016.

La Cina ha indicato una spinta quest’anno per far avanzare il C919 a livello nazionale e internazionale, ma l’aereo è certificato solo in Cina e il primo degli attuali cinque C919 ha iniziato a volare con China Eastern Airlines lo scorso anno.

Tutti i dettagli.

IL TOUR DEL C919 IN ASIA

Per il primo volo dimostrativo del suo aereo passeggeri C919 fuori dalla Cina, il produttore di aerei Comac si è diretto a Singapore.  “Può gettare le basi per il [nostro] mercato emergente del sud-est asiatico”, ha affermato Comac in una dichiarazione sui social media cinesi. Il tour promozionale di Comac partito da Singapore è poi proseguito in Vietnam, Laos, Cambogia, Indonesia e si è concluso a metà marzo in Malesia, secondo l’agenzia di stampa ufficiale cinese Xinghua. Ad ogni fermata, l’azienda con sede a Shanghai ha presentato ai potenziali acquirenti il suo C919 come valida alternativa all’Airbus 320 e al Boeing 737.

IL COMMENTO DEGLI ANALISTI

Alla Cnbc, Brendan Sobie di Sobie Aviation, una società di consulenza del settore aeronautico di Singapore, ha dichiarato: “È ancora presto per sapere se Comac può scuotere il duopolio. Non è probabile che vedremo un ordine di importanza estera C919 nel breve termine”.

“Il C919 ha una forte opportunità di guadagnare quote di mercato, in particolare nel suo mercato interno”, ha affermato Mike Yeomans, direttore delle valutazioni e della consulenza presso la società di consulenza aeronautica IBA, sottolineando che gli aerei rivali di Airbus e Boeing sono esauriti per la maggior parte di questo decennio. Ma ha aggiunto: “Le sfide immediate per Comac riguardano la produzione, per soddisfare la domanda locale e la certificazione per penetrare nei mercati internazionali”, riporta il Financial Times.

Dal volo commerciale inaugurale del C919 nel maggio dello scorso anno, solo cinque aerei sono entrati in servizio a livello nazionale, tutti consegnati alla China Eastern Airlines, di proprietà statale. Il mercato cinese è la più grande opportunità a breve termine per il C919, ha precisato Yeomans.

IN ATTESA DELLA CERTIFICAZIONE IN EUROPA E USA

Mentre il C919 deve ancora essere certificato dalle autorità aeronautiche in Europa e negli Stati Uniti ed è in grado di operare commercialmente solo in Cina, gli analisti dell’aviazione hanno affermato che i regolatori di alcuni paesi del sud-est asiatico, dell’Africa e dell’America Latina potrebbero approvarlo più rapidamente, secondo il quotidiano finanziario britannico. “Se una compagnia aerea utilizza un jet Comac per volare verso paesi i cui regolatori hanno certificato l’aereo, non c’è motivo per i potenziali acquirenti di preoccuparsi di ciò che dicono gli Stati Uniti o l’UE”, ha affermato Shukor Yusof, fondatore della società di consulenza aeronautica Endau Analytics.

LE PREVISIONI

Mentre Comac ha affermato di aver ricevuto 1.061 ordini a partire dallo scorso anno da compagnie aeree nazionali cinesi e società di leasing, è probabile che quest’anno consegnerà solo nove aerei, secondo IBA.

La cinese Comac è destinata a produrre almeno sette aerei di linea C919 nel 2024, secondo i tempi di consegna degli aerei stabiliti dai vettori locali China Eastern Airlines e Suparna Airlines. Ciò segnerebbe un significativo incremento, visto che la società ha prodotto quattro aerei nel 2023, ricorda AviationWeek.

L’IBA ha affermato che il tasso potrebbe salire a 70 all’anno entro la fine del decennio, ma anche questo equivarrebbe comunque a meno di un mese di produzione a fusoliera stretta di Airbus, rileva il Ft. Il jet potrebbe raggiungere una quota di circa l’8% del mercato cinese dei jet a fusoliera stretta e solo una quota dell’1,2% a livello globale entro il 2030 se Comac sarà in grado di “aumentare la produzione con successo”, ha aggiunto IBA.

SFIDA CON BEOING E AIRBUS QUANDO I TEMPI SARANNO MUTURI

Perché Comac possa competere con Airbus o Boeing su scala globale, “probabilmente ci vorranno 20 anni”, ha affermato Willie Walsh, capo dell’International Air Transport Association. “Saranno un attore significativo nel mercato, ma lo farà… occorre tempo affinché ci sia un genuino interesse internazionale”.

Back To Top