skip to Main Content

Come e perché Bugatti traslocherà nella croata Rimac

Bugatti Rimac

Entro la fine dell’anno nascerà la joint venture Bugatti-Rimac sulle hypercar elettriche, divisa tra Rimac (55%) e Porsche (45%). Tutti i dettagli dell’accordo

 

Bugatti, la casa francese del gruppo Volkswagen nota per le auto sportive, passerà sotto il controllo di Rimac Automobili, azienda croata che produce veicoli elettrici ad alte prestazioni.

COSA PREVEDE L’ACCORDO

L’accordo, già anticipato, è stato annunciato ieri. E prevede la formazione – nel quarto trimestre del 2021, dopo le approvazioni delle autorità antitrust – di una joint venture chiamata Bugatti-Rimac: avrà sede a Zagabria, in Croazia, e sarà posseduta al 55 per cento da Rimac; il 45 per cento andrà a Porsche, marchio tedesco di vetture di lusso del gruppo Volkswagen.

Alla guida della nuova società ci sarà Mate Rimac, già amministratore delegato di Rimac.

IL COMMENTO DI PORSCHE

Oliver Blume, amministratore delegato di Porsche, ha parlato della joint venture Bugatti-Rimac come di una combinazione delle “solide competenze di Bugatti nel settore delle hypercar con la straordinaria forza innovativa di Rimac nel promettente campo della mobilità elettrica”.

I MODELLI IN PRODUZIONE

La Bugatti-Rimac produrrà inizialmente due modelli di hypercar: la Bugatti Chiron e la Rimac Nevera (completamente elettrica). Porsche ha specificato che le vetture Bugatti continueranno a venire prodotte nello stabilimento di Molsheim, in Francia.

Tra Molsheim e Zagabria, Bugatti-Rimac conterà in tutto 430 dipendenti.

COSA FA PORSCHE IN BUGATTI

Lo scorzo marzo Porsche ha deciso di alzare la propria quota in Rimac dal 15 al 24 per cento, per una somma di 70 milioni di euro. Ne aveva acquistato una quota del 10 per cento nel 2018, portandola al 15 per cento circa l’anno successivo.

In un comunicato, il direttore finanziario di Porsche Lutz Meschke disse che Rimac è ben posizionata per “diventare un fornitore di prima fascia per Porsche e per altri produttori nel segmento high-tech”.

Bloomberg scrive che l’accordo tra Porsche e Rimac rientra nella più ampia sfida lanciata dall’industria automobilistica europea all’americana Tesla, attualmente l’azienda dominante nel settore della mobilità elettrica.

VALORE E AMBIZIONI DI RIMAC

Rimac possiede un valore di mercato di 795 milioni di euro e potrebbe presentare un’offerta pubblica iniziale nel 2022, puntando a una valutazione di circa 5 miliardi di euro.

Oltre a Porsche, in Rimac hanno investito anche le aziende automobilistiche sudcoreane Hyundai Motor e Kia Motors e il produttore cinese di batterie Camel Group.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore