skip to Main Content

Boeing lavorerà a un aereo a basse emissioni per la Nasa

Boeing

La Nasa e Boeing lavoreranno al progetto per costruire, testare e pilotare un aereo più efficiente in termini di consumo di carburante. L’agenzia punta a far volare il primo prototipo nel 2028 e a renderlo commerciale entro il 2030

Boeing a lavoro su un aereo green per la Nasa.

L’agenzia spaziale statunitense ha assegnato 425 milioni di dollari al produttore di aerei americano per il progetto “Sustainable Flight Demonstrator”. Ovvero il programma per un nuovo tipo di velivolo a corridoio singolo a basso consumo di carburante per uso commerciale, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di carburante e ridurre l’impatto climatico del volo.

Quindi Boeing lavorerà con la Nasa per “costruire, testare e pilotare un velivolo dimostrativo su vasta scala e convalidare le tecnologie volte a ridurre le emissioni”, ha affermato l’agenzia.

L’obiettivo del progetto è “produrre e testare un dimostratore su vasta scala che contribuirà a portare a futuri aerei di linea commerciali più efficienti in termini di consumo di carburante, con vantaggi per l’ambiente, l’industria dell’aviazione commerciale e per i passeggeri di tutto il mondo” ha dichiarato il direttore della Nasa Bill Nelson.

L’annuncio si inserisce nella strategia dell’amministrazione Biden per ridurre le emissioni del settore dell’aviazione. Gli Stati Uniti hanno fissato l’obiettivo di raggiungere l’azzeramento delle emissioni nette di gas serra dal settore dell’aviazione statunitense entro il 2050, ricorda Reuters. La Casa Bianca punta a ridurre del 20% le emissioni del trasporto aereo entro il 2030. E secondo la Nasa potrebbero riuscirci: l’agenzia mira a far volare il primo prototipo nel 2028 e a renderlo commerciale entro il 2030.

NASA E BOEING A LAVORO SU UN AERO GREEN

Al centro del progetto c’è l’aereo dimostrativo a corridoio singolo “Transonic Truss-Braced Wing” che punta a ridurre il consumo di carburante e le emissioni fino al 30%. Il concetto prevede un velivolo con ali più lunghe e ultrasottili stabilizzate da montanti diagonali e proporzioni più elevate che potrebbero eventualmente ospitare sistemi di propulsione avanzati.

Il programma Sustainable Flight Demonstrator incorporerà anche altre tecnologie di aviazione verde.

IL VALORE DEL PROGETTO

Per quanto riguarda le risorse, la Nasa fornirà 425 milioni di dollari per finanziare il costo previsto di 1,15 miliardi di dollari del progetto, con Boeing e i suoi partner commerciali che contribuiranno al saldo di 725 milioni di dollari previsti.

LE TEMPESTICHE

Gli aeromobili a corridoio singolo rappresentano quasi la metà delle emissioni del trasporto aereo mondiale. La Nasa prevede di completare i test entro la fine degli anni ’20, quindi le tecnologie dimostrate potrebbero avere un impatto sulle decisioni del settore sugli aerei di prossima generazione negli anni ’30.

AEREI COMMERCIALI SOSTENIBILI TRA UN DECENNIO

L’ingegnere capo della Boeing, Greg Hyslop, ha affermato che il programma “rappresenta un’opportunità per progettare, costruire e pilotare un aereo sperimentale su vasta scala, risolvendo nuovi problemi tecnici”.

E questo non sarà solo un velivolo sperimentale. La Nasa intende sviluppare una tecnologia che possa essere utilizzata commercialmente. “Questo progetto mira a rivoluzionare il tipo di aereo che il pubblico utilizza più frequentemente quando prende il volo”, ha affermato il numero uno dell’agenzia Nelson.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore