Mobilità

Anche Panasonic scommette sul mercato dell’automotive

di

panasonic

Panasonic sarebbe in trattative per acquistare ZKW Group GmbH, produttore austriaco di fari per auto

 

Panasonic Corp. prova ad allargare il suo core business e punta al mondo dell’automotive. L’azienda giapponese, secondo indiscrezioni rivelate da Bloomberg, sarebbe in trattative per acquistare ZKW Group GmbH, produttore austriaco di fari per auto. Non è chiaro ancora il possibile importo dell’acquisizione, né quando l’accordo sarà annunciato ai mercati, ma secondo il quotidiano Nikkei, l’azienda produttrice di ricambi per auto potrebbe valere fino a 100 miliardi di yen, ovvero 880 milioni di dollari.

Panasonic prova a compensare il rallentamento delle vendite di elettronica

La possibile acquisizione dell‘austriaca ZKW Group GmbH non è solo frutto della volontà di allargare il proprio core business al mondo dell’automotive, ma nasce dalla necessità di compensare il rallentamento della domanda di apparecchi elettronici. Da inizio anno, la società giapponese ha visto scendere le azioni del 3%.

Grazie all’acquisizione, infatti, della casa austriaca, Panasonic spera di risollevare le sorti dell’azienda. Fondata nel 1938 e specializzata nella produzione di fari abbaglianti per auto, la ZKW Group GmbH prevede di fatturare in questo 2016 ben 900 milioni di euro.

Non solo ZKW Group GmbH

panasonicChe il mondo dell’automotive interessi (e non poco) a Panasonic è chiaro. Ed era chiaro anche prima delle indiscrezioni sulla possibile acquisizione della casa austriaca.

Provando ad espandere il suo core business e allargare i campi di guadagno, la società giapponese ha deciso di impegnare parte die suoi sforzi per la produzione di batterie per auto elettriche. Ed è  anche fornitore di Tesla.

Sempre più aziende interessate all’automotive

Le aziende asiatiche che, negli ultimi anni, hanno deciso di puntare sul mercato dei ricambi per auto sono davvero numerose.

Samsung Electronics, il mese scorso ha accettato di pagare 8 miliardi di dollari per l’acquisizione di Harman International Industries, azienda statunitense specializzata in sistemi di infotainment. Nel mese di luglio, sempre l’azienda coreana ha investito 449 milioni di dollari per lo sviluppo delle auto elettriche a marchio a BYD Co. E, almeno secondo indiscrezioni, aveva preso in considerazione la possibilità di acquisire l’italiana Magneti Marelli.

Sony Corp., invece, ha potenziato il proprio impegno per la creazione di sensori di immagine che rilevano gli oggetti vicini, destinati alle automobili.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati