Mobilità

Alitalia, ecco come i prof. esperti di trasporti giudicano gli ultimi conti di Gubitosi

di

alitalia Lufthansa

I conti e le stime di Alitalia annunciati ieri dai commissari della compagnia di bandiera non convincono né il governo né gli economisti che seguono da tempo il vettore.

Da un lato i commissari continuano a lavorare per risanare l’azienda prima che sia venduta a compagnie straniere, ma l’esecutivo Conte ha accantonato questa idea per puntare a una soluzione di “sistema” coinvolgendo società pubbliche in primis Fs (qui le ultime indiscrezioni sui progetti del governo).

Vediamo numeri e commenti.

I NUMERI DI ALITALIA SECONDO I COMMISSARI

Ieri i commissari hanno comunicato numeri a loro dire confortanti. Alitalia torna a rivedere dopo tanto tempo un utile nel trimestre, hanno sottolineato. Il periodo luglio-settembre si avvia infatti a chiudere con un risultato netto positivo per circa 2 milioni. Grazie all’aumento dei ricavi e alla riduzione dei costi, e nonostante il caro-petrolio.

COME STA LA CASSA DI ALITALIA

Segnale di una compagnia che sta cambiando volto e che, con in cassa 770 milioni di euro, si presenta – assicurano i commissari straordinari che la stanno pilotando da quasi 17 mesi – “molto più interessante per un acquirente” di quanto non lo fosse un anno fa. Ma il governo Conte, come detto, non è della stessa idea del governo Gentiloni.

L’AUDIZIONE DEI COMMISSARI

Le “buone notizie sullo stato di salute dell’ex compagnia di bandiera” – secondo l’Ansa – sono arrivate dall’audizione dei tre commissari, Luigi Gubitosi, Stefano Paleari ed Enrico Laghi, alle commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera.

LE PAROLE DI GUBITOSI

“Il terzo trimestre che si sta concludendo è il primo in cui Alitalia dovrebbe chiudere con un piccolissimo utile trimestrale”, annuncia Gubitosi: “Era tanto tempo che non succedeva”. Il trend di crescita si era visto già nei primi due trimestri, cresciuti ad un ritmo del +6/7% dei ricavi passeggeri. E ora anche questo terzo trimestre conferma il miglioramento, nonostante il costo del petrolio che – puntualizzano i commissari – continuerà a costituire “il punto interrogativo per il settore per il prossimo futuro”.

RICAVI ED EBITDA

I ricavi passeggeri del trimestre sono stimati in aumento del 7,1% (a 835 milioni), l’Ebitda previsto è di 87 milioni (dai 68 del 2017). Si riduce inoltre il costo del leasing (e scenderà ancora nel 2019), il costo del lavoro “non è più il problema principale”.

I COMMENTI DEGLI ECONOMISTI

Economisti ed esperti di trasporti e di Alitalia commentano in maniera meno trionfalistica rispetto ai commissari i conti della compagnia aerea.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati