skip to Main Content

Mdma Stress Post Traumatico

Gli Stati Uniti testeranno Mdma e funghi per curare il disturbo post traumatico da stress

In Australia è già realtà. Mdma e psilocibina (sostanza contenuta in alcuni funghi allucinogeni) vengono prescritti per trattare depressione e disturbo post traumatico da stress. Ecco cosa faranno gli Stati Uniti, quanto costano i trattamenti e qual è il futuro del mercato delle sostanze psichedeliche

 

L’Australia ha fatto da apripista. La scorsa estate, infatti, è diventato il primo Paese al mondo ad autorizzare la prescrizione di Mdma e psilocibina (sostanza contenuta in alcuni funghi allucinogeni) in determinate terapie psichiatriche. Intanto, gli Stati Uniti hanno annunciato di voler finanziare lo studio di alcune sostanze psichedeliche per curare il disturbo post traumatico da stress (Ptsd) tra i membri dell’esercito.

QUALI SOSTANZE PSICHEDELICHE VOGLIONO TESTARE GLI USA

Secondo la disposizione inserita nel National Defense Authorization Act (Ndaa) per il 2024, gli studi clinici su militari con stress post-traumatico o lesioni cerebrali traumatiche prevedono di testare una serie di sostanze psichedeliche, tra cui Mdma, psilocibina, ibogaina, Dmt e altre terapie alternative a base di piante (come l’ayahuasca).

Mdma e psilocibina sono già state classificate dalla Food and Drug Administration (Fda) come “terapie innovative”, il che gli apre la strada per accelerare la ricerca e lo sviluppo per trattare condizioni gravi.

Come ricorda The Intercept, non sono state, invece, inserite nell’Ndaa altre due misure che interessavano la cannabis.

L’IMPORTANZA DEGLI STUDI PER I VETERANI

Sebbene negli ultimi anni Colorado e Oregon abbiano legalizzato l’uso di psichedelici, in particolare della psilocibina, gli studi clinici, come conferma un un veterano con Ptsd che ha beneficiato degli effetti positivi dell’Mdma, sarebbero importanti per dimostrare al dipartimento della Difesa che il disturbo è qualcosa da cui le persone possono guarire.

Nell’estate del 2022, il dipartimento degli Affari dei Veterani ha avviato una serie di studi clinici con farmaci psichedelici e un mese dopo il dipartimento della Salute e dei Servizi Umani ha annunciato che la Fda potrebbe approvare terapie a base di Mdma e psilocibina nel 2024.

Nonostante, come ricorda The Intercept, il presidente Joe Biden sia sempre stato un forte sostenitore della guerra alla droga, non si può ignorare il numero incalcolabile di soldati americani coinvolti nei vari conflitti nel mondo, a partire dall’Iraq, che soffrono o soffriranno di disturbo post traumatico da stress.

A CHE PUNTO SONO GLI STUDI

Da anni si riscontrano risultati positivi sull’uso di sostanze psichedeliche per il trattamento di particolari condizioni mentali. Lsd, Mdma, ketamina e funghi allucinogeni si sono dimostrati promettenti se inseriti in programmi di trattamento più ampi per curare Ptsd, depressione e ansia. E non si esclude che un giorno possano sostituire antidepressivi come il Prozac.

Tuttavia, i medici mettono in guarda e, anche dall’Australia, dove già vengono prescritte Mdma e psilocibina, ricordano che sono necessari ulteriori ricerche sull’efficacia e l’entità dei rischi: “Al momento non ci sono i dati sufficienti per dare ampio sostegno alla psilocibina per la depressione o all’Mdma per il Ptsd. I dati iniziali sono certamente promettenti, ma occorre saperne di più”, ha detto Susan Rossell, neuropsicologa cognitiva presso il Centro per la salute mentale della Swinburne University, a Melbourne.

DELLE CURE NON PER TUTTI I PORTAFOGLI

Oltre a esserci bisogno di maggiori approfondimenti va anche detto che questi trattamenti non sono proprio alla portata di tutti. A fine giugno, il co-direttore dell’Istituto Pychae di Melbourne, Daniel Perkins, stimava che un ciclo di sessioni assistite con psichedelici potesse costare tra i 15.000 e i 25.000 dollari. Le stesse cifre vengono confermate anche da altri esperti.

E in Oregon, dove già è realtà, un centro che offre questo tipo di cure si parla di circa 3.000 dollari a seduta, per un massimo di 15.000 dollari. Una singola sessione, racconta il New York Times, comprende un incontro preparatorio, una sessione guidata con i funghi della durata di alcune ore e un appuntamento di follow-up qualche giorno dopo in cui il cliente si confronta con un professionista, che gli insegna come integrarli con le altre terapie.

NUMERI E PREVISIONI SUL MERCATO DELLE SOSTANZE PSICHEDELICHE

Stando a Forbes, si prevede che il mercato delle sostanze psichedeliche raggiungerà i 7,2 miliardi di dollari entro il 2029, con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 55% per il suo potenziale nel campo della medicina. In particolare, citando i dati di GlobalData, i farmaci che traineranno il settore sono i tre che imitano meccanismi simili a quelli di psilocibina, ketamina e N,N-Dimetiltriptamina (Dmt).

Come riporta la testata economica, il lancio negli Stati Uniti di PCN-101, un farmaco di Atai Life Sciences/Otsuka Pharmaceutical indicato per la depressione resistente al trattamento, è previsto per dicembre 2025 e dovrebbe generare vendite per 1,6 miliardi di dollari nel 2029.

CYB-003 di Cybin, invece, indicato per il disturbo depressivo maggiore, dovrebbe essere lanciato negli Stati Uniti nel dicembre 2027 e si prevede che genererà vendite per 1,4 miliardi di dollari nel 2029.

E, infine, SPL-026 di Small Pharma, il cui lancio negli Stati Uniti è previsto per il 2027 e nell’Ue per il 2028, dovrebbe valere un fatturato di 0,9 miliardi di dollari nel 2029.

“Entro il 2029, i tre principali farmaci psichedelici dovrebbero rappresentare il 52% delle vendite previste del mercato”, ha dichiarato Kevin Marcaida, analista di GlobalData Pharma.

Back To Top