Salute e ricerca

Diasorin, il nuovo test per la diagnosi Covid farà lievitare i conti?

di

DIASORIN 1

Diasorin lancia Liaison Quick Detect Covid Ag, il test rapido per la diagnosi da Covid-19

 

DiaSorin lancia un nuovo test per la diagnosi rapida del Covid-19. Si chiama Liaison Quick Detect Covid Ag e può essere somministrato dal medico curante, con una affidabilità superiore al 90%.

IL TEST

Quick Detect Covid Ag è in grado di individuare l’antigene del Sars-CoV-2 su tamponi nasali e nasofaringei, attraverso la tecnologia point-of-care (Poc). Il kit è disponibile sulla piattaforma Liaison Iq ed è in commercio nei mercati che accettano la marcatura Ce.

L’EFFICACIA DEL TEST

Il test, in fase di sperimentazione, ha dimostrato una sensibilità del 95,7% e una specificità del 96,3% rispetto ai test molecolari Pcr ultrasensibili eseguiti su tamponi nasali e nasofaringei, con un valore di Cycle threshold (Ct) uguale o inferiore a 30.

LO SVILUPPO DEL TEST

A sviluppare il test è Lumos Diagnostics, azienda specializzata nella diagnostica Poc, nall’ambito della collaborazione tra l’azienda di Saluggio e la società americana siglata per lo sviluppo della piattaforma di Liaison Iq, ideata per l’immunodiagnostica decentralizzata portatile in grado di connettersi al cloud.

NON SOLO COVID

Il kit sviluppato non è solo destinato alla diagnosi del coronavirus, ma può rilevare rapidamente anche altre malattie infettive quali la Borreliosi di Lyme.

IL COMMENTO DI CARLO ROSA

“Il lancio del nuovo test antigenico per il Covid-19 sul Liaison arricchisce la nostra offerta di soluzioni diagnostiche per il Sars-CoV-2”, ha commentato Carlo Rosa, amministratore delegato di DiaSorin. “In questa fase è importante fornire soluzioni in maniera capillare che rilevino sia la risposta immunitaria sviluppata dopo la vaccinazione o l’infezione, sia la potenziale infezione in corso con la qualità dei test di laboratorio. Stiamo entrando in questo nuovo mercato con una strategia inizialmente dedicata all’Italia e all’attuale emergenza pandemica. Questo è solo il primo passo della nostra strategia Poc che ci vedrà lanciare in futuro soluzioni di elevata qualità”.

I NUMERI DI DIASORIN

A beneficiarne, oltre alla lotta alla pandemia, sono i numeri di DiaSorin. Il comparto, nei mesi gennaio-marzo, riporta MF-Milano Finanza, è valso 90,8 milioni, quasi quattro volte i 24 dell’analogo periodo 2020, con una crescita nel margine (33%) di circa 20 punti percentuali.

Guardando ai numeri, nel loro complesso, invece, la società ha chiuso il primo trimestre 2021 con un giro d’affari di 267 milioni (+52,7%) e utili più che raddoppiati a 78 milioni.

IL GIUDIZIO DEGLI ANALISTI

I numeri di gennaio-marzo hanno spinto Intesa Sanpaolo a ribadire la validità della strategia Poc e a revisionare il rating buy e il target price. Banca Akros, invece, ha confermato il rating buy e il target price a 197 euro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati