Mondo

Tutti i tormenti elettorali di Trump

di

tiktok WeChat trump Tiktok Us resto del mondo

Che cosa scrive il New York Times sulle preoccupazioni elettorali di Trump

Il presidente Trump sta affrontando le prospettive più fosche per la sua candidatura alla rielezione, con la sua squadra per la campagna elettorale che comincia a preoccuparsi della sua posizione in Stati come l’Ohio e l’Iowa, che vinse con ampi margini quattro anni fa, leggiamo sul NYT.

La campagna di Trump ha recentemente intrapreso uno sforzo pubblicitario multimilionario in questi due stati e in Arizona nella speranza di migliorare la sua posizione, scuotendo al tempo stesso la sua operazione politica e rivolgendo nuova attenzione a stati come la Georgia, un tempo considerati affidabili repubblicani. Trump è stato costantemente impopolare come presidente presso la maggioranza degli americani; nel pieno della devastazione umana ed economica della pandemia  e ora con un’ondata di manifestazioni e disordini sociali nelle città americane,  Trump è rimasto significativamente indietro rispetto al suo sfidante democratico, Joseph R. Biden Jr.

Nei sondaggi privati condotti dalla campagna di  Trump, il presidente è ora molto indietro rispetto a Biden, secondo quanto riferito dalle persone informate sui risultati dell’ultima tornata di sondaggi. Diversi sondaggi pubblici di questa settimana hanno rilevato che Trump ha insegue Biden, l’ex vicepresidente, con margini a due cifre, tra cui un sondaggio della Monmouth University pubblicato mercoledì, che ha mostrato Biden in vantaggio di 11 punti percentuali. Mancano ancora cinque mesi alle elezioni presidenziali e Trump, nonostante la sua vulnerabilità politica, conserva alcuni importanti punti di forza come candidato. Mentre gli sforzi di raccolta fondi di Biden hanno preso slancio, Trump è seduto su un bottino di guerra molto più grande e riprenderà la raccolta fondi di persona la prossima settimana. Non c’è quasi nessun dissenso aperto all’interno del Partito Repubblicano, dando a Trump una solida base politica sulla destra dalla quale può tentare di ricostruire le sue forze prima della campagna autunnale.  Segni di ansia all’interno della squadra di Trump sono evidenti in tutta la mappa elettorale. Nelle ultime settimane, la campagna del presidente ha speso circa 1,7 milioni di dollari in pubblicità in soli tre stati che ha vinto nel 2016 – Ohio, Iowa e Arizona – che aveva sperato non fossero contendibili  quest’anno. Gran parte di quella somma è andata a un concentrato di due settimane in Ohio, secondo la società di media-tracking Advertising Analytics. La spesa in Ohio ha spaventato molti repubblicani, dato che quattro anni fa Trump ha sconfitto Hillary Clinton di otto punti percentuali. Forse altrettanto preoccupanti sono stati i due viaggi del mese scorso in Georgia del vicepresidente Mike Pence. Lo Stato è diventato una fonte di preoccupazione per i repubblicani, sia per la posta in gioco nella corsa presidenziale, sia perché ci sono due seggi al Senato in vista delle elezioni di quest’anno, tra cui uno tenuto da un’impopolare nominata, la senatrice Kelly Loeffler, che è incappata in uno scandalo finanziario personale. Il fatto che uno qualsiasi di questi Stati sia competitivo a questo punto si profila come un ostacolo significativo alla rielezione di Trump.

Se dovesse perdere uno stato come la Georgia, con i suoi 16 voti del Collegio Elettorale, o l’Arizona, con 11 voti, potrebbe fare un buco nella mappa di Trump anche se avesse altri stati come la Florida, la Carolina del Nord e il Wisconsin. Una serie di sondaggi a livello statale pubblicati mercoledì da Fox News ha trovato Biden sopra a Trump in Arizona di quattro punti percentuali, e leggermente in testa a Trump anche in Ohio. L’ex vicepresidente ha preso un vantaggio di nove punti nel Wisconsin, dove Trump ha ottenuto una vittoria  sulla  Clinton nel 2016. Aaron Pickrell, uno stratega democratico dell’Ohio che ha contribuito a guidare le campagne dell’ex presidente Barack Obama, ha detto che la decisione di Trump di spostare i soldi nello stato ha suggerito quanto fosse precaria la sua posizione generale. “Non credo che nessuno metterà in discussione il fatto che se Trump perde l’Ohio, non c’è nessuna via d’uscita”, ha detto Pickrell.  I sondaggi pubblicati mercoledì mostrano un altro segno preoccupante per  Trump: I suoi numeri sono stati recentemente erosi tra gli elettori bianchi, spinti da una continua erosione del sostegno da parte dei laureati. L’ultimo sondaggio di Monmouth ha trovato Trump con il supporto di appena il 52 per cento degli elettori bianchi a livello nazionale – cinque punti percentuali in meno rispetto alla sua quota nel 2016, secondo gli exit poll.

Trump si scagliato da settimane contro alcuni dei suoi luogotenenti politici, secondo quanto riferito da persone che hanno visto le sue reazioni, che non erano autorizzati a parlare pubblicamente. Li ha rimproverati per la difficoltà della campagna elettorale, paragonandoli in modo sfavorevole all’operazione che riguardava Biden. Il presidente ha lamentato che il suo vantaggio nella raccolta di fondi è diminuito, e in effetti alcuni dei consiglieri diTrump sono stati colti di sorpresa quando il Biden ha raccolto quasi la stessa quantità di denaro del presidente in aprile. “Biden ha una squadra di assassini e tutto quello che ho è una difesa”, ha detto il signor Trump agli alleati, con una visione della campagna di Biden decisamente diversa da quella della maggior parte dei repubblicani e di un buon numero di democratici.

(Tratto dalla rassegna stampa estera di Eprcomunicazione)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati