Mondo

Come giostra Trump fra Arabia Saudita e Qatar

di

Qatar

Qatar prossimo alleato non-Nato degli Usa, ha detto la Casa Bianca due giorni dopo la firma degli accordi di Abramo fra Israele, Arabia Saudita e Bahrein

Gli accordi di Abramo sono stati uno smacco per il Qatar, costretto ad ingoiarsi il grande successo diplomatico degli Emirati e del Bahrein, cugini del Golfo con cui c’è più di una punta di ruggine, per giunta con la benedizione del presidente degli Stati Uniti.

Ma mamma America non delude mai i suoi figli e così, proprio mentre preparava ponti d’oro ad Emirati e Bahrein per aver fatto la pace con Israele, compiva nei confronti del Qatar un passo che sarà stato molto apprezzato laggiù.

SPERIAMO DI DESIGNARE IL QATAR UN PRINCIPALE ALLEATO NON NATO, SONO STATE KLE PAROLE DEL VICE ASSISTENTE SEGRETARIO DI STATO TIMOTHY LENDERKING

“Abbiamo intenzione di andare avanti, speriamo, nel designare il Qatar un principale alleato non-Nato”, sono le parole che Timothy Lenderking, vice assistente Segretario di Stato per gli affari arabi del Golfo, ha pronunciato in una conference call due giorni dopo la firma degli accordi di Abramo.

IL QATAR DIVENTEREBBE IL 18MO MEMBRO DI QUESTO CLUB

Il Qatar potrebbe dunque presto entrare nel club esclusivo, che ad oggi conta 17 membri, di stretti partner dell’America con i relativi benefici politici e militari.

La sua candidatura era naturalmente nelle cose, considerato che il Qatar ospita la più grande base militare Usa del Medio Oriente. Ma viste le acerrime divisioni esistenti tra il campo emiratino-saudita e quello turco-qatarino, e il tentativo di entrambi di tirare per la giacca l’amico Donald Trump, non si poteva dare certo per scontata.

Ci avranno pensato in ogni caso il Segretario di Stato Usa Mike Pompeo e il ministro degli esteri del Qatar Sheikh Mohammed bin Abdulrahman al-Thani, vistisi a Washington all’inizio della settimana, ad appianare tutte le differenze prima che il Qatar possa fare il gran passo nel club esclusivo dei partner stretti degli Usa.

Nella regione del Golfo Persico al momento sono due i paesi che possono vantare un simile stato: il Bahrein e il Kuwait.

NEL GOLFO PERSICO CI SONO GIÀ DUE MAJOR NON NATO ALLY: BAHREIN E KUWAIT

Entrare a far parte di questo giro è molto appetibile perché implica ottenere un accesso privilegiato alle attrezzature e alle tecnologie militari Usa e l’apertura di un certo grado di cooperazione tra le rispettive forze armate.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati