Advertisement skip to Main Content

Mcgonigal

Anche l’Fbi spia con Pegasus?

La polizia federale statunitense ha acquisito una versione del potente spyware Pegasus nel 2019, ha rivelato il New York Times venerdì 28 gennaio. L'articolo di Giuseppe Gagliano

 

La polizia federale statunitense ha acquisito una versione del potente spyware Pegasus nel 2019, ha rivelato il New York Times venerdì 28 gennaio.

COSA HA FATTO L’FBI NEL NEW JERSEY

Secondo il quotidiano americano, in un edificio dell’FBI nel New Jersey è stata installata un’infrastruttura tecnica che consente l’uso del software per spiare i telefoni americani.

COS’È PEGASUS

Pegasus ti permette di prendere il pieno controllo di un telefono, da remoto e all’insaputa del suo utente. Progettato e venduto dalla società israeliana NSO Group, il software è utilizzato da dozzine di servizi di sicurezza o di polizia in tutto il mondo, ufficialmente solo per combattere il terrorismo o la criminalità organizzata. Nell’estate del 2021, Le Monde e i media partner del “Project Pegasus”, coordinati da Forbidden Stories, avevano rivelato molteplici casi di violazioni dei diritti umani commessi attraverso questo software, utilizzato in molti paesi autoritari per spiare oppositori politici, avvocati o giornalisti.

PEGASUS NEGLI STATI UNITI

Le indagini della stampa avevano già mostrato che il gruppo NSO aveva tentato di vendere il suo spyware alle forze di polizia americane, alle dogane americane o persino ai servizi segreti degli Stati Uniti, responsabili in particolare della protezione del presidente degli Stati Uniti.

Ufficialmente, nessun servizio di sicurezza nel paese l’ha acquisito. Tuttavia, secondo le informazioni del New York Times, l’FBI avrebbe acquistato una licenza da Pegasus ma afferma di aver effettuato solo “test” del sistema, prima di abbandonare il progetto dopo le rivelazioni del “Progetto Pegasus”.

In teoria, i telefoni statunitensi non possono essere presi di mira da questo spyware: NSO Group afferma di bloccare i tentativi di targeting quando viene preso di mira un numero statunitense. Ma per i suoi potenziali clienti statunitensi, che non sarebbero soggetti a questa limitazione, l’azienda ha sviluppato un’altra versione del software, chiamata “Phantom”. Fu quest’ultimo ad essere acquisito dall’FBI.

Back To Top