Mondo

Covid-19, ecco perché la Spagna trema

di

sanchez spagna covid-19 coronavirus

Covid-19, i numeri della Spagna (che superano quelli dell’Italia), il prolungamento del lockdown e gli annunci del premier Sanchez

La Spagna continua a registrare più di 900 morti al giorno per Coronavirus, mentre il numero dei contagi (almeno al momento) ha superato quello dell’Italia (115.242). Si prevede che il lockdown possa essere prolungato fino al 26 Aprile.

Tutti i dettagli.

I NUMERI

In Spagna i contagi da Coronavirus sono saliti a 117.710, un numero al momento superiore a quello dell’Italia. Oltre 56mila i malati ricoverati in ospedale.

spagnaIL 20% DEI MORTI NEL MONDO

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 932 morti (in lieve calo rispetto ai 950 di giovedì 2 aprile), secondo i dati del ministero della Sanità. Il numero totale dei decessi, dall’inizio dell’epidemia, è di 10.935, il 20% del totale mondiale, calcola El Pais

CAUTO OTTIMISMO

Nonostante i numeri aumentino, si nota un rallentamento dell‘epidemia. “L’aumento del numero di infetti non raggiunge il 7%, a conferma della tendenza al ribasso dei giorni scorsi”, ha spiegato María José Sierra, del Centro di coordinamento del Ministero per le segnalazioni di allerta e salute (CCAES).

“L’aumento dei casi ospedalizzati è del 10%,  nelle ultime settimane era stato del 30%”, aggiunge Sierra.

LA PAROLE DI FERNANDO SIMON

“L’evoluzione dei dati è continua. Stiamo andando bene. I nuovi casi sono stabilizzati. Purtroppo abbiamo superato altri paesi come l’Italia nelle infezioni, ma le tendenze sono buone. Le tendenze che ci interessano di più, quelle dei pazienti in terapia intensiva e dei pazienti ospedalizzati, stanno raggiungendo ciò che stavamo cercando”, ha detto Fernando Simón, direttore del CCAES.

LOCKDOWN FINO AL 26 APRILE?

Intanto si profila, secondo ElPais, una proroga del lockdown di altri 15 giorni rispetto alle disposizioni attuali, fino quindi al 26 aprile prossimo. Diverse sarebbero le fonti dell’esecutivo che concordano sulla proroga, seppure la decisione non è stata ancora comunicata ufficialmente.

900MILA SPAGNOLI HANNO PERSO LAVORO

Intanto, la crisi si fa sentire sul fronte economico e su quello del lavoro. Secondo quanto riporta Il Sole 24 ore, dall’inizio del lockdown 900mila lavoratori spagnoli hanno perso il lavoro, di cui oltre 600mila aveva un contratto a tempo determinato. E la cifra, specifica la ministra del Lavoro Yolanda Diaz, “non include i licenziamenti temporanei che colpiscono almeno altri 620mila spagnoli, mentre altre decine di migliaia di lavoratori sono in congedo per malattia”.

200 MILIARDI

Numeri che hanno spinto il premier Pedro Sanchez a promettere la mobilitazione di “200 miliardi di euro”, quasi il 20% del Pil, per garantire la liquidità delle imprese e la cassa integrazione per i lavoratori.

Sarà “la più grande mobilitazione di risorse economiche nella storia recente della Spagna”, ha detto Sanchez, aggiungendo: “Dobbiamo proteggere la capacità produttiva della nostra economia”.

I RISCHI

Ma i rischi, nonostante le promesse, sono tanti. E, secondo le analisi di Nuno Fernandes, economista della Iese Business School, riportate da Il Sole 24 Ore, la Spagna rischia di perdere circa 3,9 punti percentuali di Pil con il lockdown fino a fine aprile.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati