skip to Main Content
ads

Sanzioni anti Russia, ecco come le intelligence finanziarie del G7 uniscono le forze

Sanzioni

Che cosa c’è di nuovo sulle sanzioni alla Russia. L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

Negli ultimi sviluppi relativi alle sanzioni, il Financial Transactions and Reports Analysis Center of Canada (Fintrac) ha accettato di lavorare con altre unità di intelligence finanziaria in relazione alle sanzioni e al relativo antiriciclaggio, mentre il Canada ha anche imposto una serie aggiuntiva di sanzioni ai bielorussi.

Queste restrizioni si aggiungono a quelle già imposte in relazione a Russia, Bielorussia e Ucraina ai sensi della legge sulle misure economiche speciali.

Fintrac ha stipulato una dichiarazione di intenti con le unità di intelligence finanziaria degli altri membri del G7, nonché con quelle di Australia, Nuova Zelanda e Paesi Bassi. La dichiarazione mostra che esiste l’intenzione concordata di migliorare l’intelligence finanziaria sulle questioni relative alle sanzioni e sui flussi finanziari associati e sulle attività economiche. Ciò probabilmente aiuterà le autorità incaricate dell’applicazione della legge in queste giurisdizioni nelle indagini su potenziali violazioni delle sanzioni e sui relativi potenziali reati di riciclaggio di denaro.

Inoltre potrebbe segnalare un maggiore controllo e (potenzialmente) indagini e perseguimento delle violazioni delle sanzioni economiche rispetto al caso in Canada prima dell’invasione russa dell’Ucraina. Una maggiore cooperazione tra queste giurisdizioni renderà più difficile per le persone designate in base alle sanzioni liquidare con successo i beni e spostare i proventi della vendita.

Lo sviluppo evidenzia anche la potenziale applicazione delle leggi canadesi sul riciclaggio di denaro e sui proventi della criminalità alle violazioni delle sanzioni. In particolare, i proventi delle transazioni che violano le leggi sulle sanzioni canadesi o di altre giurisdizioni potrebbero essere determinati come fondi ottenuti o derivati direttamente o indirettamente da un reato. Il diritto penale canadese vieta alle persone di utilizzare, trasferire, inviare o consegnare tali proventi al fine di nascondere o convertire tali proventi se sanno o credono, o sono spericolati sul fatto che siano derivati da reati.

Nell’ennesimo ciclo di sanzioni imposte dal Canada in relazione alla guerra della Russia in Ucraina, 22 individui bielorussi sono stati designati e sono quindi soggetti a un divieto generale di negoziazione. Questi sono generalmente funzionari governativi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore