Mondo

Regno Unito, ecco perché Johnson ha scelto il lockdown

di

6 maggio

Il punto di Daniele Meloni su quello che ha deciso il premier Boris Johnson nel Regno Unito

 

“È giunto il momento di agire”. Con queste parole Boris Johnson ha annunciato il nuovo lockdown che dovrà passare dal voto della Camera dei Comuni mercoledì per essere in funzione fino al 2 dicembre.

Il premier britannico, affiancato dal Chieif Medical Officer, professor Chris Whitty, e dallo Scientific Advisor, Patrick Vallance, ha affermato che il costo in termini di vite umane della seconda ondata di Covid potrebbe essere di oltre il doppio rispetto a quello della scorsa primavera. Dopo avere esperito ogni possibile via per evitare la chiusura del Paese, Johnson ha deciso che il mese di lockdown fosse il male minore per tutelare la salute degli inglesi e ha promesso nuovi sostegni economico-finanziari a un’economia già in grave recessione. Sostegni che andranno a rimpolpare un debito pubblico già salito oltre i 2 trilioni di sterline.

Nelle scorse settimane i Tories già avevano criticato il sistema su 3 livelli di emergenza istituito dal governo dopo lo scoppio della seconda ondata. Ora si passerà dalla Camera dei Comuni dove i Laburisti hanno già annunciato il voto favorevole ma hanno criticato Johnson per avere agito in maniera tardiva. Il leader del Labour Starmer aveva chiesto 3 settimane di lockdown un mese fa, mentre i suoi sindaci avevano contestato il sistemi dei 3 livelli e le elargizioni economiche date dal Governo Tory alle città, in particolare quelle di Manchester, Liverpool e Londra dove la Transport for London, la società che gestisce la mitica Tube, è sull’orlo del collasso.

Nella conferenza stampa di Downing Street Johnson ha annunciato che le misure entreranno in vigore da giovedì se il Parlamento voterà sì, e che esse comprenderanno la chiusura di pub, ristoranti, palestre, negozi che non offrono servizi essenziali e luoghi di culto. La lista con i dettagli delle nuove restrizioni e delle nuove regole sarà pubblicata mercoledì prima del voto in Aula.

La media dei contagi da coronavirus nell’ultima settimana è di oltre 23mila persone al giorno, mentre i deceduti per il virus sono in media 260 al giorno. Il ministro per il Gabinetto, Michael Gove, ha annunciato che se non ci sarà un calo nella diffusione del Covid, il lockdown potrebbe anche essere esteso.

Articoli correlati