Mondo

Quanto rallenta la corsa dell’economia cinese. Numeri, tendenze e commenti

di

fabbriche cina coronavirus

Che cosa mostrano i dati dell’Istituto nazionale di statistica della Cina su Pil, domanda interna e investimenti

Che succede al motore economico della Cina?

L’economia cinese ha rallentato nel 2019 come mai prima negli ultimi 30 anni, con la domanda interna indebolita e le tensioni commerciali con gli Stati Uniti. Lo mostrano oggi i dati dell’Istituto nazionale di statistica della Cina. La seconda economia più grande al mondo è cresciuta del 6,1% l’anno scorso, la sua peggiore performance dal 1990. Contraccolpi da questi dati ci sono stati nelle borse asiatiche.

CHE COSA DICE L’ISTAT CINESE

Il dato corrisponde alle attese degli analisti e rientra nell’obiettivo ufficiale di Pechino del 6,0-6,5%. Il commissario dell’Istituto nazionale di statistica Ning Jizhe ha dichiarato che l’economia cinese ha generalmente sostenuto un ritmo stabile di crescita nel 2019. “Dobbiamo anche essere consapevoli che la crescita economica e commerciale globale sta rallentando”, ha detto in conferenza stampa.

I DATI SULLA PRODUZIONE INDUSTRIALE IN CINA

Intanto, sempre in Cina, la produzione industriale è cresciuta del 6,9% a dicembre rispetto all’anno precedente, il ritmo più veloce degli ultimi nove mesi. Gli analisti si aspettavano che la crescita scendesse al 5,9% dal 6,2% di novembre. Gli investimenti in immobilizzazioni sono aumentati del 5,4% per l’intero anno, rispetto alle aspettative di un aumento del 5,2%, lo stesso dei primi 11 mesi dell’anno. Le vendite al dettaglio sono aumentate dell’8% a dicembre, rispetto alle previsioni del 7,8% e dell’8,0% di novembre.

LE TENDENZE DEGLI INVESTIMENTI IMMOBILIARI IN CINA

Gli investimenti immobiliari sono, invece, cresciuti del 9,9% nel 2019, rallentando leggermente rispetto al 10,2% nei primi 11 mesi dell’anno. Ma la crescita a dicembre è scesa al minimo di due anni mentre le autorità hanno continuato a reprimere le speculazioni per tenere sotto controllo gli aumenti dei prezzi delle abitazioni.

DOSSIER BANCHE E YUAN

Le banche sono state incoraggiate a prestare di più, soprattutto alle piccole imprese, con nuovi prestiti in yuan che hanno raggiunto un record di 16.810 miliardi di yuan (2.440 miliardi di dollari) nel 2019. L’economia ha reagito lentamente, tuttavia e la crescita degli investimenti è scesa a livelli minimi.

I NUMERI SULLA NATALITA’

Ma sono anche i dati demografici cinesi ad attirare l’attenzione di una parte degli osservatori. Nel 2019 il tasso di natalità in Cina è scivolato ai minimi della storia moderna del Paese, cosa che pone un problema in termini di invecchiamento della popolazione (quasi un quinto della popolazione cinese ha almeno 60 anni) e riduzione della forza lavoro, nonostante gli sforzi del Governo per invertire questa tendenza. Stando ai dati pubblicati dal Governo, l’anno scorso le nascite sono state 10,5 per ogni mille persone, il tasso più basso da quando il Partito Comunista ha fondato la Repubblica Popolare Cinese nel 1949. Questo significa che le nascite sono diminuite del 4% a 14,65 milioni, il terzo anno consecutivo in calo. Questo potrà rappresentare un problema per l’economia, che già vede rallentare la crescita: il Pil dovrebbe salire attorno al 6% quest’anno e, secondo gli analisti di Capital Economics, nel 2030 i cambiamenti nella composizione della popolazione sottrarranno alla crescita del Pil mezzo punto percentuale all’anno.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati