Mondo

Leonardo-Finmeccanica escluderà Cina e Russia dalle partnership nell’elettronica?

di

De gennaro

Aggiornamento del portafoglio, ampliamento della gamma, puntare a soluzioni di sistemi integrati, caccia a nuovi clienti extraeuropei, spingere su cooperazioni internazionali e relazioni con governi, ricerca di nuove alleanze escludendo, però, Cina e Russia.

Sono le direzioni di marcia decise dalla divisione Elettronica di Leonardo-Finmeccanica, così come sono state illustrate dai responsabili della divisione del gruppo dell’aerospazio e della difesa presieduto da Gianni De Gennaro e guidato dall’amministratore delegato, Alessandro Profumo.

Dunque alleanze potenziali con tutti gli Stati nel settore dell’elettronica, eccetto che con la Russia e la Cina.

E’ questo uno degli aspetti salienti della politica che sarà seguita dal gruppo di piazza Monte Grappa così come è stato comunicato informalmente a livello istituzionale dalla holding presieduta da De Gennaro, presidente del Centro studi americani (Csa).

Ecco quello che – secondo le indiscrezioni raccolte da Start Magazine in ambienti governativi e sindacali – è stato spiegato per sommi capi dai vertici della divisione del gruppo Leonardo (ex Finmeccanica.

La divisione Elettronica opererà secondo una visione che cambierà la missione dei prodotti nel tempo sia nel campo Manned che Unmanned: per questo il gruppo sta lavorando ad aggiornare il portafoglio dei prodotti ampliandone la gamma e avendo come obiettivo quello di realizzare soluzioni di sistemi integrati.

La divisione Elettronica è già al lavoro – come i vertici del gruppo hanno riferito anche alle altre industrie italiane del comparto – per ampliare i tradizionali clienti italiani e non solo. L’obiettivo è quello di intercettare nuovi clienti, sempre più internazionali.

Inoltre, come è stato detto in ambienti diplomatici, per potenziare alcune aree di business la divisione ricercherà nuovi spazi di mercato attraverso cooperazioni internazionali e relazioni governative, chiedendo il supporto del governo Conte e guardando in particolare a quelle economie in cui i settori in cui opera Leonardo-Finmeccanica sono più in espansione.

In questa prospettiva, è la consapevolezza anche del dicastero degli Esteri retto da Enzo Moavero Milanesi, Leonardo punterà a nuove partnership su prodotti grazie ad alleanze industriali con soggetti che operano in attività complementari a quelle svolte da Elettronica di Leonardo. Nelle partnership saranno escluse, però, Russia e Cina.

QUI UN AGGIORNAMENTO CON LA VERSIONE DEL GRUPPO E UN COMUNICATO SINDACALE

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati