Mondo

Generali, Intesa Sanpaolo e Pirelli non russeranno al Forum euroasiatico

di

Forum euroasiatico

Il XII Forum euroasiatico in programma a Verona il 24 e 25 ottobre (Palazzo della Gran Guardia) si concentrerà molto sull’energia ma non solo. Fra i partner e gli sponsor italiani ci sono Assicurazioni Generali, Intesa Sanpaolo e Pirelli

 

Finanza, trasporti e infrastrutture, industria 4.0 ed economia digitale ma anche geopolitica, sicurezza energetica europea, un focus sull’oil&gas e le sfide globali dall’Atlantico al Pacifico.

Si preannuncia un programma fitto di appuntamenti quello del XII Forum eurasiatico di Verona dal titolo “Business Connecting Eurasia Dialogue – From the Atlantic to the Pacific” che si terrà nel capoluogo veneto il prossimo 24 e 25 ottobre (Palazzo della Gran Guardia). Il ministro per gli Affari europei, Vincenzo Amendola e il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, saranno tra i relatori ma sono attesi circa 60 speaker internazionali tra politici, diplomatici, istituzioni e top manager delle aziende sistemiche di Italia, Europa e Unione Economica Eurasiatica (Ueea), l’alleanza di integrazione commerciale tra Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia e Kirghizistan.

Ad organizzare l’evento è Associazione Conoscere Eurasia, Fondazione Rosсongress, Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo insieme a Associazione delle imprese europee e Unione russa di industriali e imprenditori. I partners saranno Intesa Sanpaolo, Rosneft, Gazprombank, Credit Bank of Moscow, Fondo di investimenti REGION, Lex Systems. Il tutto sponsorizzato da Banca Intesa Russia, Pirelli, Coeclerici, Assicurazioni Generali, Accenture, Mercantile & Maritime Energy con il sostegno di International Technology Transfer Network (ITTN).

Un evento su cui si sono abbattute le critiche di Formiche, la rivista edita da Paolo Messa, direttore Relazioni istituzionali Italia di Leonardo.

LA SESSIONE DI APERTURA MODERATA DAL PRESIDENTE DELLA RAI FOA

Il programma prevede in apertura del Forum euroasiatico gli interventi di Federico SBOARINA, Sindaco di Verona (Italia), Sardor UMURZAKOV, Minister of Investments and Foreign Trade, Uzbekistan , Vincenzo AMENDOLA, Ministro per gli Affari Europei del Governo Italiano, Romano PRODI, Presidente Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli; Presidente del Consiglio dei ministri 1996-1998, 2006-2008 e Antonio FALLICO, Presidente, Banca Intesa Russia e Presidente, Associazione Conoscere Eurasia, moderati da Marcello FOA, Presidente, RAI (Italia).

LA SFIDE ENERGETICHE GLOBALI

A seguire il Forum euroasiatico si concentrerà sul tema “Le sfide sistemiche dell’energetica globale”: i mercati mondiali del petrolio rimangono un fattore determinante nella costruzione del panorama politico ed economico. Quali sono, secondo gli operatori del mercato mondiale del petrolio, le sfide e le opportunità nel settore? Nel corso dell’incontro si discuterà degli investimenti, dei limiti dell’offerta, delle prospettive di esplorazione e dei cambiamenti politicamente ispirati come le energie rinnovabili e l’elettrificazione. In questa sessione interverranno Igor SECHIN, Presidente e CEO, Rosneft (Russia), Emma MARCEGAGLIA, Presidente, Eni; Presidente e Amministratore Delegato, Marcegaglia Holding (Italia) e altri partner di Rosneft europei ed asiatici.

IL RUOLO COSTRUTTIVO DELLE IMPRESE NELLA GEOPOLITICA MODERNA

Nel pomeriggio kermesse più concentrata sulle aziende con una sessione dedicata al tema: “Le imprese possono svolgere un ruolo costruttivo nella geopolitica moderna?”. Ogni anno la situazione geopolitica nel mondo diventa, infatti, meno prevedibile. Il diritto, le regole internazionali e il multilateralismo sono sempre più messi in discussione. L’incertezza sta rapidamente diventando il segno distintivo della vita internazionale moderna, lanciando nuove sfide al business internazionale. In questa volatilità la diplomazia del business può svolgere un ruolo importante nel migliorare le relazioni tra i Paesi e la cooperazione internazionale? Come promuovere meglio questa diplomazia? Ne discuteranno Sergey KARAGANOV, Dean, Faculty of World Economy and International Affairs, National Research University Higher School of Economics, Alfred VON LIECHTENSTEIN, Chairman of the Advisory Board, International Peace Foundation (Austria), Bruno MAÇÃES, political scientist, business strategist, and author, Stefano MANSERVISI, Direttore Generale del Dipartimento Cooperazione Internazionale e Sviluppo, Commissione Europea, Veronica NIKISHINA, Ministro del Commercio Commissione Economica Eurasiatica (Russia), Mattia PELLEGRINI, Head of Unit for Raw Materials, Metals, Minerals and Forest-based Industries, European Commission’s Directorate General for Internal Market, Industry, Entrepreneurship and SMEs, Grigory RAPOTA, Segretario di Stato Russia-Bielorussia, Frank SCHAUFF, Chief Executive Officer, Association of European Businesses e Aleksander SHOKHIN, Presidente, Unione degli Industriali e degli Imprenditori della Russia.

IL RUOLO DEL GAS NELL’AIUTARE L’EUROPA A RAGGIUNGERE LA SICUREZZA ENERGETICA E GLI OBIETTIVI CLIMATICI

A seguire un altro incontro dedicato a un tema di stringente attualità: “Il ruolo del gas naturale nell’aiutare l’Europa a raggiungere la sicurezza energetica e gli obiettivi in materia di cambiamento climatico”. In un momento in cui si parla di decarbonizzazione dell’approvvigionamento energetico, il ruolo del gas naturale può avere un’importanza particolare rispetto ad altri idrocarburi. Considerando le sue proprietà “verdi”, il gas naturale può essere abbinato ai rinnovabili nel tentativo di raggiungere l’obiettivo a lungo termine di un approvvigionamento energetico pulito e sicuro. Come vede l’industria del gas le sue prospettive in merito? A questo interrogativo risponderanno in un dibattito moderato da Konstantin SIMONOV, Direttore Generale, Fondazione per la Sicurezza Energetica (Russia), Marco ALVERÀ, Amministratore Delegato, SNAM (Italia), Elena BURMISTROVA, Deputy Chairman of the Management Committee, Gazprom; Direttore Generale, Gazprom Export (Russia), Fares KILZIE, Chairman, Creon apital, Leonid MIKHELSON, Presidente del Management Board, NOVATEK (Russia) e Mehmet ÖĞÜTÇÜ, Chairman Bosphorus Energy Club (Turchia).

LA COOPERAZIONE ECONOMICA DALL’ATLANTICO AL PACIFICO

I lavori si chiuderanno con la sessione “Sviluppare la cooperazione economica dall’Atlantico al Pacifico” con l’interrogativo: In un mondo di crescenti incertezze e del non rispetto delle regole del gioco, la fiducia sta diventando, nel business internazionale, uno dei valori più ricercati. Come costruire una fiducia più forte, come migliorare le relazioni tra le industrie e le imprese? Cosa potrebbero fare i poteri governativi per costruire la fiducia? Ne parleranno Chiara APPENDINO, Sindaca di Torino, Alexander BRAVERMAN, Direttore generale, Presidente, Corporation SME (Russia), Mikhail KUSNIROVICH, Presidente Bosco di Ciliegi Group (Russia), Mikhail KUSNIROVICH, Presidente Bosco di Ciliegi Group (Russia), Dmitry PUMPYANSKY, Chairman of the Board, TMK; President, Sinara Group (Russia), e Johan VANDERPLAETSE, Presidente, Associazione del Business Europeo; Presidente, Russia & CIS / Senior Vice-Presidente della Direzione Generale, Schneider Electric, moderati da Philippe PÉGORIER, Presidente, Alstom Russia; Membro del Board, Associazione Europea del Business.

Infine la sintesi dei lavori del Forum sarà affidata a Mehdi SANAI, Ambasciatore dell’Iran in Russia e ad Antonio FALLICO, Presidente, Banca Intesa Russia; Presidente, Associazione Conoscere Eurasia (Italia) moderati da Angelo TANTAZZI, Presidente di Prometeia S.p.A.

I LAVORI DELLA SECONDA GIORNATA, APRE PATUANELLI

L’apertura della seconda giornata di lavori sarà affidata a Stefano PATUANELLI, Ministro dello Sviluppo Economico e a un Ministro del Governo della Federazione Russa non ancora precisato. Seguirà una sessione dal titolo “Nuovi modelli finanziari per le future sfide” che si concentrerà sulle oscillazioni geopolitiche del settore finanziario, e sulle regole rigorose per poter operare. Spesso è infatti il primo a dover rispondere ai nuovi regolamenti e ai cambiamenti politici. Oltre alle nuove sfide geopolitiche il settore finanziario sta anche traversando una rivoluzione tecnologica che apre enormi opportunità per alcuni, aumentando i rischi per gli altri. Quali sono i modelli di finanziamento che saranno proposti ai clienti di domani? Quanto è esposto il settore ai rischi geopolitici? Come fare in modo che le opportunità offerte dall’innovazione non introducano nuovi rischi al sistema? Di questo parleranno Vladimir CHUBAR, Presidente, Credit Bank of Moscow (Russia), Alessandro DECIO, CEO e Direttore Generale, SACE (Italia), Vartan DILANIAN, Direttore Generale, Accenture Russia (USA), Mauro MICILLO, Head of Corporate and Investment Banking Division of Intesa Sanpaolo (Italia), Valery VAISBERG, Chief Analyst, Società di investimenti REGION (Russia), Garegin TOSUNYAN, President, Association of Russian Banks.

IL TEMA DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Prima di pranzo il Forum dedicherà spazio al tema “Trasporto e infrastruttura – condizioni per lo sviluppo dell’economia digitale e dei territori”. Le infrastrutture saranno sempre una parte fondamentale del successo economico di una regione. Le merci non devono essere soltanto fabbricate, ma anche consegnate. Non a caso che proprio intorno ai grandi progetti infrastrutturali si svolgono vere e proprie battaglie politiche. Interi punti percentuali del PIL di un Paese possono dipendere dalla costruzione di una linea ferroviaria o di un porto in un luogo oppure in un altro. Come risponde l’industria, che ruolo può avere nello spazio Dall’Atlantico al Pacifico? Quando si arriva a grandi e complessi progetti infrastrutturali, si tratta di cooperazione o di concorrenza tra i Paesi? Ne discuteranno Sergey CHEREMIN, Ministro, Dipartimento degli affari esteri e relazioni internazionali del Governo di Mosca (Russia), Michele EMILIANO, Presidente Regione Puglia (Italia), Aleksey GROM, Presidente, Сompagnia di trasporto e logistica OTLK (Bielorussia-Kazakistan-Russia), Le Truong Son,Association of Vietnamese Businessmen in Russia (Vietnam), Sergey KHRAMAGIN, General Director, State Transport Leasing Company GTLK (Russia) e Dmitry PANKIN, President, Black Sea Trade and Development Bank (BSTDB) moderati da Mark ENTIN, Professore, Istituto Relazioni internazionali di Mosca e Ambasciatore della Russia a Lussemburgo (2012-2016).

NEL POMERIGGIO RIVOLUZIONE INDUSTRIALE 4.0 E DIGITALE

Nel pomeriggio di parlerà si “Rivoluzione industriale 4.0 e l’economia digitale nella Grande Eurasia”: moderati da Guido DE VECCHI, Direttore generale, Intesa Sanpaolo Innovation Center (Italia), ne parleranno Francesco PROFUMO, Presidente dell’Acri; Presidente, Compagnia di San Paolo (Italia) – Keynote speaker, Fabrizio DI AMATO, Executive Chairman, Maire Tecnimont (Italia), Ofer SACHS, CEO, Hertoz Strategies (Israel) e Victor VEKSELBERG, Chairman of the Board, Skolkovo Foundation (Russia).

Infine la sintesi dei lavori del Forum sarà affidata a Vladimir CHIZHOV, Rappresentante Permanente della Russia presso l’UE, Pasquale TERRACCIANO, Ambasciatore d’Italia in Russia e Antonio FALLICO, Presidente, Banca Intesa Russia; Presidente, Associazione Conoscere Eurasia (Italia), moderati da Luciano LARIVERA, Gesuita ed economista.

Il programma completo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati