skip to Main Content

Cosa farà l’Europa sui satelliti per Internet

Starlink Iran

Tutti i piani dell’Europa sui satelliti per Internet. L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

Nel tentativo di rafforzare l’autonomia strategica europea, questo mese la Commissione europea ha annunciato l’intenzione di costruire un sistema internet satellitare sicuro da 6 miliardi di euro (6,8 miliardi di dollari).

L’obiettivo è fornire Internet affidabile e veloce in tutta Europa e nel mondo, ridurre al minimo le zone morte delle comunicazioni e migliorare la coesione tra gli Stati membri dell’UE.

Il piano integra le ambizioni della politica di difesa dell’UE con i suoi interessi economici nel rafforzare l’autonomia strategica fornendo un’alternativa alla rete Internet satellitare SpaceX Starlink di Elon Musk con 42.000 satelliti pianificati, alla rete Kuiper di Jeff Bezos con 3.200 satelliti pianificati e alla rete OneWeb del governo britannico con 650 satelliti pianificati.

La costellazione satellitare proposta dall’UE è pensata anche per fornire connettività su aree di interesse strategico dell’UE, come l’Africa e l’Artico.

Il sistema sarà finanziato da un contributo di 2,4 miliardi di euro (2,7 miliardi di dollari) dal 2022 al 2027, con altre fonti di finanziamento tra cui gli Stati membri dell’UE, l’Agenzia spaziale europea e gli investimenti del settore privato.

Lo sviluppo del sistema potrebbe iniziare il prossimo anno, con il primo servizio e crittografia quantistica entro il 2025, e il sistema potrebbe essere pronto per l’uso entro il 2028. Il piano è ora in discussione da parte dei paesi dell’UE e del Parlamento europeo.

L’ambizioso programma satellitare Internet dell’Europa è in linea con il suo prossimo piano strategico Compass, che delinea le sue priorità di difesa e mira a stabilire un esercito congiunto entro il 2025.

Parte di questo piano è stabilire un nuovo sistema di risposta alle crisi che affronti le minacce spaziali e scongiuri gli attacchi ibridi e informatici. Questa necessità è evidenziata dai presunti attacchi informatici russi dello scorso anno che miravano a rubare dati e diffondere disinformazione tra i membri del parlamento europeo, i funzionari governativi, i giornalisti e i cittadini.

Inoltre, il pivot degli Stati Uniti verso l’Asia potrebbe essere un fattore nella spinta dell’Europa ad avere una propria costellazione di satelliti su Internet. Questo cambiamento nell’attenzione strategica degli Stati Uniti implica che probabilmente non sarà più impegnata in conflitti su larga scala in Medio Oriente e in Africa, lasciando l’Europa responsabile della gestione delle crisi in queste regioni limitrofe in difficoltà.

Poiché i satelliti sono il centro operativo di gravità delle odierne operazioni militari, ha senso per l’Europa avere i propri satelliti militari, piuttosto che fare affidamento su quelli degli Stati Uniti

In definitiva, il programma europeo di costellazioni satellitari Internet si lega ai suoi obiettivi più ampi di raggiungere l’autonomia strategica. Mentre l’Europa si è occasionalmente lamentata della sua dipendenza dalle garanzie di sicurezza degli Stati Uniti e dallo status subordinato ai sensi della NATO, fino a poco tempo fa non ha contemplato di acquisire le capacità, le strutture decisionali e la cultura strategica per difendere i propri interessi in modo indipendente.

Tuttavia, il decadimento democratico degli Stati Uniti e il suo declino percepito, l’ascesa della Cina e la rinascita della Russia hanno costretto l’Europa a ripensare la sua posizione sulla sicurezza e sugli affari internazionali.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore