Mondo

Ecco come e quando la Spagna riaprirà prima dell’Italia

di

sanchez spagna covid-19 coronavirus

Tutte le misure annunciate dal governo in Spagna per la fase 2

Anche la Spagna è pronta, dal 4 maggio, ad allentare le misure restrittive. La ripresa, però, sarà graduale e avverrà in 4 fasi: fase 0 a partire da lunedì 4 maggio, fase 1 a partire dall’11 maggio, fase 2 a partire dal 25 maggio e fase 3 a partire dall’8 giugno. Entro la fine di giugno il Paese dovrebbe tornare alla normalità, ma solo se la situazione epidemiologica lo consentirà.

Tutti i dettagli sul piano di ripartenza annunciato ieri dal premier Pedro Sanchez in una conferenza stampa alla Moncloa.

FASE 0

CONCESSA ATTIVITA’ ALL’APERTO

Dal 4 maggio per le la Spagna ha inizio la Fase 0, ma già dal 2 maggio sarà consentito agli adulti poter praticare attività sportiva all’aperto e già dai giorni scorsi ai bambini è concessa un’ora d’aria in compagnia dei propri genitori.

Nelle isole di Formentera, Gomera, La Graciosa ed El Hierro dal 4 maggio partirà direttamente la Fase 1.

RIAPRONO PICCOLI COMMERCIANTI

Dal 4 maggio (ma in alcune regioni dall’11 maggio, riapertura simmetrica in base ai contagi) riapriranno tutti i piccoli commercianti, ma per acquistare qualcosa è consigliata la prenotazione. In pratica, i clienti dovrebbero chiamare e fissare un appuntamento per poter acquistare un determinato prodotto. L’ingresso ai negozi è consentito ad una sola persona per volta, che verrebbe servita da un addetto alle vendite da dietro uno schermo o un bancone. Resteranno chiusi i centri commerciali.

RIAPRONO PARRUCCHIERI

Dal 4 maggio riaprono anche i parrucchieri: sarà obbligatorio indossare mascherina e guanti, utilizzando “livello massimo di protezione individuale”.

RIAPRONO PALESTRE

Anche le palestre, in Spagna, rialzano le serrande fin da subito, ma solo per consentire lo svolgimento di lezioni individuali. Garantito l’accesso anche a giocatori sportivi federati e leghe professionistiche.

FASE 1

SI POTRA’ RIVEDERE GLI AMICI

Dovrebbe, se tutto va bene, partire dall’11 maggio e secondo quando scrive El Mundo sarà consentito il contatto sociale “in piccoli gruppi tra individui non vulnerabili e che non presentino patologie precedenti”, come da indicazioni del premier Sanchez.

RIAPRONO BAR E RISTORANTI

Dalla Fase 1, scrive El Mundo, sarà consentita la riapertura di bar e ristoranti, che potranno sfruttare per l’accoglienza dei clienti i propri spazi esterni, ma solo al 30% della capacità.

RIAPRONO HOTEL

Riaprono, in alcune aree turistiche come le isole Baleari gli Hotel e le case per i turisti, ma sarà fatto divieto dell’uso delle aree comuni.

RIAPRONO CHIESE

Riaprono i luoghi di culto, con un limite del 30% della loro capacità.

FASE 2

CONSUMAZIONI ALL’INTERNO DEI BAR

A partire dalla fase 2, ovvero dal 25 maggio, sarà consentito consumare le proprie ordinazioni all’interno dei locali, ma solo con servizio al tavolo (e sempre con limitazioni di numero, 1/3 della capacità). Restano ancora chiusi i locali notturni e le discoteche.

RIAPRONO CENTRI COMMERCIALI

Dal 25 maggio riaprono al pubblico anche i centri commerciali, ma sarà vietato stazionare nelle aree comuni e nelle aree ricreative. La capacità di ingresso sarà limitata del 40%.

RIAPRONO CINEMA E TEATRI

Riapriranno in questa fase anche cinema e teatri, ma potranno accogliere solo un terzo della capacità. In questa fase potranno anche riprendere le visite guidate.

FASE 3

RIENTRO IN UFFICIO

A partire dall’8 giugno sarà possibile rientrare in ufficio, rispettando tutte le norme igienico-sanitarie ed indossando i dispositivi di protezione. Si consiglia però la reintegrazione su turni e con programmi ben stabiliti.

RIAPRONO DISCOTECHE E LOCALI NOTTURNI

Aumenta al 50% la capacità di accoglienza di bar e ristoranti, con consumazioni che possono essere anche effettuate non a tavolo. Riapriranno i locali notturni e le discoteche, con una capacità massima di un terzo.

CONSENTITO ANDARE IN SPIAGGIA

Sarà consentito andare in spiaggia, ma solo rispettando “condizioni di sicurezza e distanza”. Sarà inoltre consentito, scrive El Mundo, il turismo attivo e naturalistico.

SCUOLE, RIPARTENZA A SETTEMBRE

Slitta, invece, la riapertura delle scuole. La campanella, per tutti, suonerà a settembre spiega

Pedro Sánchez. Dal 25 maggio rientreranno a scuola tutti i bimbi, fino a 6 anni, i cui genitori dimostrino di lavoro in azienda.

SPOSTAMENTI TRA REGIONI DOPO IL 22 GIUGNO?

Con molta probabilità gli spostamenti tra regioni dovranno attendere fino al 22 giugno. “Immaginate che una regione sia nella Fase 1 e un’altra nella Fase 3”, ha detto Sanchez. “La mobilità tra regioni sarà autorizzata quando arriveremo alla fase della nuova normalità”, ha aggiunto, ovvero “quando la deescalation è finita”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati