skip to Main Content

Ecco chi fornisce armi all’Ucraina contro la Russia

Estonia

Tutte le mosse di Usa e Paesi Nato in Ucraina contro la Russia. L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

Il dipartimento di Stato americano ha dato il via libera a tre alleati della Nato per affrettare in Ucraina la consegna di missili anti-armatura e altre armi prodotte dagli Stati Uniti, un segno di rinnovata urgenza tra gli alleati occidentali sulla minaccia di un’invasione su più fronti da parte delle forze russe.

LE RICHIESTE DI LETTONIA, ESTONIA E LITUANIA

Le richieste di Lettonia, Estonia e Lituania sono state oggetto di valutazione nelle ultime settimane e l’ultima delle tre è stata approvata mercoledì. L’amministrazione Biden inizierà anche il processo di spedizione per un valore di 200 milioni di dollari in Ucraina nei prossimi giorni.

Secondo le normative sul controllo delle esportazioni, i tre paesi erano tenuti a ottenere l’approvazione dal dipartimento di Stato prima di trasferire le loro armi in Ucraina.

GLI USA TEMONO L’INVASIONE RUSSIA

Le approvazioni arrivano mentre i funzionari statunitensi aumentano gli avvertimenti di un’invasione russa dell’Ucraina.

Martedì, un funzionario del dipartimento di Stato ha detto ai giornalisti che l’arrivo delle truppe russe in Bielorussia per esercitazioni militari annunciate frettolosamente durante il fine settimana rappresenta un nuovo rischio per l’Ucraina.

“La Russia potrebbe voler stazionare truppe in Bielorussia con il pretesto di esercitazioni militari congiunte al fine di attaccare potenzialmente l’Ucraina da nord”, ha detto il funzionario.

COSA FANNO I PAESI BALTICI

Proprio per questo i paesi più a rischio di un rinnovato avventurismo russo – i membri baltici della NATO, tutti ex stati satelliti sovietici – non solo stanno cercando di dare armi all’Ucraina, ma hanno anche chiesto più forze NATO per rafforzare quelli già di stanza nei loro paesi.

LE ARMI AMERICANE

L’anno scorso, gli Stati Uniti hanno trasferito in Ucraina armi per un valore di 650 milioni di dollari la cifra più alta in un solo anno dall’inizio dell’assistenza alla sicurezza nel 2014.

D’altra parte il National Defense Authorization Act del 2022 richiede 300 milioni di dollari in assistenza militare statunitense per l’Ucraina quest’anno, con almeno 75 milioni di dollari specificamente designati per l’assistenza letale.

IL CONTRIBUTO DEL REGNO UNITO

Data la situazione in rapido movimento sul terreno, alcuni paesi hanno iniziato a spedire le proprie armi in Ucraina.

Lunedì, il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha annunciato che il Regno Unito “fornirà all’Ucraina sistemi d’arma leggeri, anti-armatura e difensivi” e invierà “un piccolo numero di personale britannico” in Ucraina per fornire addestramento sulle armi.

Il governo britannico è stato attivo nella regione, inviando ingegneri in Polonia l’anno scorso per rafforzare le forze locali nel rafforzare il confine del paese con la Bielorussia dopo che il regime del presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha inviato migliaia di migranti dal Medio Oriente verso il confine con la Polonia.

A novembre, il Regno Unito ha anche firmato un accordo con il governo di Kiev per produrre otto nuove navi da guerra, tra cui navi da caccia alle mine per la marina ucraina.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore