Mondo

Dialoghi tra Lodovico Festa e Giulio Sapelli su Francia, Verdi, Covid e Primavere arabe

di

Festa e Sapelli

Proseguono su Start Magazine i Dialoghi tra Lodovico Festa e Giulio Sapelli per Start Magazine. Questa settimana si parla di Francia, Verdi, Covid e Primavere arabe

 

Proseguono su Start Magazine i “Dialoghi nella storia mondiale” tra Giulio Sapelli, intellettuale poliedrico esperto in storia, filosofia, sociologia e cultura umanista, e Lodovico Festa, scrittore e giornalista.

Festa e Sapelli commentano le notizie più interessanti dalla stampa estera. 

Sapelli e Festa hanno scritto di recente due libri pubblicati da pochi giorni: “Nella storia mondiale / Stati-mercati-guerre” (Guerini e associati) di Sapelli e “Addio Milano bella” (Guerini e associati) di Festa,

Ecco i 4 video di questa settimana con i Dialoghi tra Festa e Sapelli.

I PROBLEMI DELLA DEMOCRAZIA FRANCESE

Dai risultati ottenuti dal Cevipol, centro di studi politici parigino, emerge la fiducia dei francesi nello Stato (polizia, ospedali) ma risalta la sfiducia nella politica. Festa e Sapelli, partendo dalla figura di Macron e dalla partecipazione politica in Francia, analizzano la disgregazione dei partiti in Europa e i possibili scenari.

I VERDI: NON BASTA IL CONSENSO PER GOVERNARE

Nonostante un consenso ampio e consolidato su diversi punti chiave del loro programma, i verdi non riescono a ottenere i voti necessari per governare. Festa e Sapelli, analizzando l’operato dei verdi in diversi governi europei, offrono il loro punto di vista mettendo in luce le criticità e i punti di forza di questi partiti.

LE PRIMAVERE ARABE

A dieci anni dall’esplosione dei conflitti, il New York Times tira le somme di questo periodo. Partendo dall’articolo, Festa e Sapelli commentano il fallimento a tutto tondo del movimento

 

L’IMPATTO DELLA PANDEMIA DA COVID SUL COMMERCIO

Che cosa ci lascerà Covid? quali saranno le conseguenze nel settore del commercio? Festa e Sapelli, con un’analisi storica comparata, tracciano uno scenario incentrato sulla dialettica tra il pericolo di contagio e l’accettazione del rischio e la rivalutazione del commercio di prossimità.

Articoli correlati