Mondo

Conte olistico, Bettini azzurrino, Renzi verde di rabbia, Myrta Merlino senz’Aria domenicale

di

arnese

Fatti, nomi, numeri, curiosità e polemiche. I tweet di Michele Arnese, direttore di Start, non solo su Renzi, Conte e Bettini

 

BETTINI AZZURRINO

 

GLI APPUNTAMENTI DI RENZI

 

CONTE OLISTICO

 

APPRENDIMENTO VIRALE

BUONA SALUTE A TUTTI

PARLAMENTARI

 

GIORNALI: VARIE ED EVENTUALI

+++

Fenomenologia del (presunto) Richelieu del Pd, Goffredo Bettini. Il corsivo di Michele Magno

+++

IL VERBO DI BETTINI (fonte: Rai news)

Se non andiamo ad una ricomposizione dell’attuale maggioranza attorno a Conte”, per l’approvazione del Recovery fund e dello scostamento di bilancio per fare i ristori, “il Parlamento si assumerà le sue responsabilità. Non sono affatto convinto che da Forza Italia possa venire un sostegno soltanto da qualche disperato isolato”. Lo ha affermato Goffredo Bettini, dirigente del Pd, ospite di ‘Zapping’ su Rai Radio1. “Ho seguito con molta attenzione le prese di posizione di Brunetta – ha aggiunto – ha posto una grande questione di discriminare ideale e politica, e cioè con l’Europa si sta di qua o di là. Non la vedo come un’eresia, la parte liberale di Forza Italia è molto vicina a quello che pensa Renzi, a quello che pensa Calenda. Mi sono chiesto tante volte perché non ci sia la voglia di costruire un polo liberale che pesi di più, unito. Ci vogliono tre gambe e la terza gamba è liberale con tutte le forze liberali unite, in uno schema proporzionale in cui dopo le elezioni si può fare un compromesso alto per i destini del Paese. Penso che bisognerebbe che queste forze uscissero definitivamente dall’ombrello di Meloni e della Lega”.  C’è disponibilità a fare crisi breve per ripartire La situazione nella maggioranza  è “complessa”, ma c’è la “disponibilità ad una crisi breve, gestibile, parlamentare”, ha detto ancora Bettini. “La situazione effettivamente è complessa, dall’esterno secondo me è poco comprensibile. Siamo di fronte a una possibile tempesta perfetta: una pandemia che cresce, milioni di persone da vaccinare, una crisi economica che sarà più grave, le immagini terribili dal cuore dell’America. Dobbiamo fare presto e fare le cose che servono, abbiamo un sacco di cose da fare”. Precisa Bettini: “Noi del Pd per primi abbiamo posto la questione di una ripartenza del governo. Dobbiamo avere un’alleanza molto solida, che abbia un’intesa politica e che concordi un programma di fine legislatura. Un programma preciso, chiaro. E fare anche un riassetto del governo. C’è una disponibilità a fare questo, persino con una crisi breve, gestibile, parlamentare, che non apra quelle fibrillazioni che di solito le crisi procurano”.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati