skip to Main Content

Come gli Usa pungolano la Turchia in Siria

Tutte le ultime novità nei rapporti fra Usa e Turchia in Siria. L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

Secondo quanto riferito dall’agenzia stampa Reuters gli Usa hanno inserito la Turchia nella lista dei paesi che usano i bambini soldato.

Nello specifico il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha stabilito nel suo Trafficking in Persons (TIP) report del 2021 che la Turchia stava fornendo un “sostegno tangibile” alla brigata armata di Sultan Murad in Siria, una fazione dell’opposizione siriana che Ankara ha a lungo sostenuto e un gruppo che Washington accusa di aver reclutato e utilizzato bambini soldato in questi ultimi anni.

Lo stesso giorno, con un comunicato, il Ministero degli Esteri della Repubblica di Turchia ha espresso la sua prima reazione a proposito della decisione di Washington. Una risposta questa assolutamente ineccepibile dal punto di vista fattuale.

“È l’esempio più eclatante d’ipocrisia degli Stati Uniti, che sostengono apertamente l’organizzazione terroristica PKK-PYD-YPG, che recluta bambini in diversi attentati terroristici in Siria e Iraq. Le cosiddette “Forze Democratiche Siriane” sono sotto il controllo dell’organizzazione terroristica PKK/YPG e hanno commesso molte violazioni e gravi crimini come il reclutamento forzato di bambini in Siria, il rapimento, la privazione della libertà, l’uso delle scuole per scopi militari. Questo fatto è stato confermato anche nel report di Virginia Gamba il 21 giugno del 2021, la rappresentante speciale delle Nazioni Unite per i bambini e il conflitto armato”.

Il fatto che tuttavia il portavoce del Dipartimento di Stato Ned Price abbia negato la prospettiva che la notizia possa danneggiare la cooperazione turco-americana sembra, in apparenza, paradossale soprattutto dopo il recentissimo incontro tra Biden ed Erdogan. Inevitabile sorge la domanda: questo tardivo inserimento della Turchia non sarà la diretta conseguenza del fatto che Washington non accetta la politica turca in Siria che lede fortemente gli interessi americani?

L’inserimento della Turchia in questa black list non servirà agli Usa per esercitare, attraverso l’utilizzo politico della violazione dei diritti umani, una credibile pressione politica sulle scelte turche poste in essere in Siria?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore