skip to Main Content

Che cosa si dice dell’Italia all’estero. Ristretto Italiano di Po

Po

In novanta secondi ciò che i media internazionali scrivono dell’Italia. Ristretto Italiano a cura di Ruggero Po

(da www.ruggeropo.it)
+++

Po, dunque da lunedì 15 febbraio scodelli un Ristretto Italiano ogni mattina. Che cos’è?

Ristretto Italiano esce ogni mattina alle dieci sulle diverse piattaforme di podcast, sul mio sito ruggeropo.it e sui siti che vorranno rilanciarlo. Dura 90 secondi, il classico minuto e mezzo dei servizi radiotelevisivi. So che rispetto alla durata ideale di un podcast potrei essere anche più lungo, ma il mio fiuto radiofonico mi dice che, per delle news, questo è il minutaggio migliore. Nel caso allungherò. Conto parecchio sul feedback.

Com’è nata l’idea?

L’idea mi è venuta pensando agli anni di Zapping, l’unico periodo passato a RadioRai del quale ho reale nostalgia; per la squadra e per la trasmissione in se. Fui io a introdurre, accanto ai titoli dei TG italiani, le testate straniere. Cosa che, peraltro, mi sembra non facciano più. Allora, per causa di forza maggiore, ci limitavamo a chi parlava in inglese, spagnolo o francese. Oggi, con l’aiuto dell’algoritmo, posso tradurre da qualsiasi lingua del mondo. Anche il Thai. Mancano solo il croato e lo sloveno e mi dispiace, ma spero arriveranno presto.

Pensi di trovare più notizie “positive” o “negative” sull’Italia?

Ho fatto circa un mese di prove zero, in attesa di questo lancio, e devo dire che i media internazionali sono clementi con noi, ci vogliono bene. Seguono con attenzione la moda, le curiosità legate forse all’immagine romantica di cui l’italiano gode nel mondo. In questi giorni ci invidiano Draghi, sottolineano il calo dello spread, scrivono che siamo campioni d’Europa nella campagna vaccinale. Diciamo che le frecciatine sul popolo italiano, il “meridionale d’Europa”, restano confinate a tedeschi, svizzeri e olandesi.

E a quali darai priorità?

In questi giorni mi sto accorgendo che meccanicamente sto replicando l’impostazione dei tanti GR1 che confezionavo all’alba. Mi viene spontaneo mettere politica, economia, cronaca, società e sport. Un po’ mi do del vecchio da solo…

Più politica o economia?

Dipende dai periodi. Ora parlando di Italia le testate straniere parlano soprattutto della crisi di governo. Meno fino a che non è comparso Draghi e ora, invece, ogni giorno.

Poi cronaca o Covid?

Cronaca.

Come selezionerai le testate?

Guardo tutto ciò che tutti scrivono durante la giornata senza fare distinzione fra siti di testate storiche, testate on line, agenzie, radio e TV. Pongo più cautela per i blog ma non li scarto a priori. Siccome accade che commentino ciò che accade in Italia anche con parecchi giorni di ritardo, darò la precedenza alle notizie più recenti. A meno che non siano curiosità.

Perché non pensi a una rassegna stampa solo con giornali web italiani?

Hai visto mai? Magari appena Ristretto Italiano prende il volo pensiamo a uno spin-off… Scherzi a parte quella la dovrebbero inglobare le Tv che, continuando a ‘rassegnare’ i soli giornali di carta stanno diventando anacronistiche.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore