Mondo

Alleanza in cantiere fra M5S e Gilet Gialli alle Europee. Parola di M5S

di

Sapir

Fatti, indiscrezioni e scenari sulle potenziali convergenze parallele fra Movimento 5 Stelle e Gilet Gialli in un articolo di Angelo Maria Perrino, direttore di Affari Italiani

Il Movimento Cinque Stelle è attentissimo al movimento dei Gilet Gialli. E chi ha parlato con il leader Luigi Di Maio in queste ore, dopo il discorso televisivo del mea culpa di Emmanuel Macron, ne ha ricavato la sensazione che sotto traccia vi sia più di un dialogo.

ALLEANZA IN CANTIERE FRA GILET E 5 STELLE

Anzi, si fa strada la convinzione che se i Gilet francesi si presenteranno alle elezioni europee (e i politologi più seri ed attenti li accreditano già di un 12 per cento) i nostri pentastellati cercheranno un’intesa.

CHE COSA SI DICE AI VERTICI DEI PENTASTELLATI

“Sicuramente se si presentano alle europee lavoriamo a una convergenza”, si confida ad Affaritaliani.it dal vertice cinquestelle.

LE MOSSE DI DI MAIO

Come Affaritaliani.it ha rivelato, Luigi Di Maio sta lavorando a un Manifesto politico per una nuova Europa che rappresenterà una piattaforma per la nascita di un gruppo europeo né di destra né di sinistra, capace di federare i molti movimenti e gruppi “nuovi nuovi” e non “vecchi nuovi” (come la Le Pen e Orban) che dal basso stanno nascendo in molti Paesi europei, interpreti delle istanze dei popoli contro gli abusi delle élite, pronti a proporsi come ago della bilancia di futuri equilibri europei completamente rinnovati in grado di incrinare e superare l’asse franco-tedesco finora trainante ed egemone a Bruxelles.

GLI EFFETTI DELLA MOSSA DI MACRON

E a dare un’ulteriore spinta ai vertici Cinque Stelle in direzione di una convergenza oltralpe è stata proprio la marcia indietro di Macron davanti alle proteste dei Gilet Gialli che stanno incendiando la Francia.

IL PENSIERO DI DI MAIO CONFESSATO AI PENTASTELLATI

“Il discorso di Macron è sostanzialmente il nostro programma su reddito, lavoro e pensioni”, ha commentato con i suoi collaboratori il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, Di Maio.

CHE COSA PENSA DI MAIO DI MACRON

Ma, secondo il leader Cinque Stelle, il presidente francese pur ammettendo i suoi errori non riuscirà a fermare l’andata di protesta e a rilegittimarsi alla guida della Francia: “Non credo basterà”, ha commentato Di Maio con i suoi. “A questo punto Macron non è più credibile”.

 

Estratto di un articolo pubblicato su Affaritaliani.it

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati