skip to Main Content

Chi è e cosa fa A-One tra Congo e Gabon

Africa

Il punto di Giuseppe Gagliano

 

La mattina del 22 ottobre il primo ministro congolese Anatole Collinet Makosso ha ricevuto nei saloni dell’hotel una delegazione dell’ufficio progettazione A-One Technologies, venuta ad offrire al Congo i propri servizi per l’integrazione dei documenti protetti (passaporti, carta d’identità, ecc.) con l’aiuto di diverse aziende occidentali del settore, di cui A-One è il primo attore.

Il team era guidato da Franck Ping, primogenito dell’ex ministro degli affari gabonese Jean Ping, specializzato da più di vent’anni nel sostegno alle imprese straniere in Africa. Esiliato ad Abidjan, da dove proviene sua madre, dopo il fallimento del padre nelle elezioni presidenziali del Gabon nel 2016, Franck Ping è particolarmente ben introdotto in Congo: sua moglie è la sorella della prima moglie del figlio maggiore del presidente congolese, Denis Christel Sassou Nguesso, attuale Ministro della Cooperazione Internazionale nel governo Makosso.

A-One Technologies è una delle società di Jean Ping, tutte registrate in Costa d’Avorio. Il figlio del fallito candidato alla presidenza del Gabon gestisce anche A-One Pacific Investment, specializzata in progetti immobiliari, e One Pacific Investment, più specificamente destinata a supportare gli operatori stranieri. È stato sotto l’egida di One Pacific che, il 23 settembre, Franck Ping ha accompagnato Nicolas Sureau, direttore dello sviluppo del progetto internazionale di Eiffage. Sono andati al BNETD (Ufficio nazionale degli studi tecnici e di sviluppo) ivoriano, la potente struttura che sovrintende a quasi tutti i progetti infrastrutturali e ingegneristici in Costa d’Avorio, nonché all’ufficio del Primo Ministro, dove il manager dell’Eiffage ha incontrato Karim Traoré, Consulente per le infrastrutture di Patrick Achi. Eiffage è presente in diversi progetti di approvvigionamento idrico, in particolare a est di Yamoussoukro, nonché nelle aree rurali.

In Costa d’Avorio, ma anche in Senegal, Franck Ping è anche l’inviato dello studio di progettazione tedesco Gauff Engineering, aggiudicatario di numerosi contratti di costruzione di strade e di elettrificazione rurale nei due paesi e consigliere dell’Organizzazione per lo sviluppo del fiume Gambia, che unisce Dakar, Bissau e Banjul.

Prima di andare in esilio in Costa d’Avorio dopo il fallimento del padre nelle elezioni presidenziali, Franck Ping è stato anche, in Gabon, l’agente attivo della cinese Sinohydro, eterno rivale di Eiffage nel continente e associato a Gauff sulla diga del Grand Poubara. Durante una perquisizione effettuata nel 2014 presso lo studio dell’avvocato François Meyer che era il riservato uomo d’affari dell’ex presidente Omar Bongo, la polizia francese, che allora stava indagando sulle attività africane dei francesi l’uomo d’affari Michel Tomi, aveva sequestrato documenti che mostravano che Franck Ping aveva ricevuto commissioni su diversi contratti di Sinohydro in Gabon.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore