Innovazione

Twitter: 2016 anno nero. Falsati anche i dati sulle visualizzazioni

di

twitter

Il 2016 potrebbe essere l’anno peggiore della storia di Twitter. Per Trip Chowdhry, fondatore di Global equity research, la piattaforma il social “è finito”

Per Twitter il 2016 doveva essere l’anno della svolta, positiva. E invece si è rivelato l’anno peggiore della sua storia. Almeno fino ad oggi. La crescita stagnante degli utenti e, dunque, dei ricavi ha portato la società a mettersi alla ricerca di un possibile acquirente. Qualcuno (da Salsforce a Disney) si era fatto avanti, ma nessuna offerta è arrivata a Jack Dorsey. E da allora, più di qualche dirigente ha abbandonato la nave, lanciando chiari segnali su quale futuro attende la piattaforma di microblogging.

Forse il futuro è peggio anche di quanto previsto, almeno secondo le parole del fondatore di Global equity research, Trip Chowdhry, analista molto quotato in Silicon Valley, secondo cui il titolo non vale nemmeno 10 dollari.

Twitter

Che il sito di microblogging sia oramai vittima di una crisi lunga e dolorosa era chiaro a tutti, ma, per Trip Chowdhry “Twitter è finito. E il suo titolo non vale neanche 10 dollari”. A pesare sul futuro della piattaforma, secondo quanto dichiarato dall’analista alla Cnbc, è una modalità di advertising che non funziona e i troppi utenti falsi (bot) presenti sulla piattaforma che invalidano qualsiasi analisi.

Secondo le parole di Trip Chowdhry, dunque, Twitter dovrebbe andare incontro a una correzione corposa del titolo, con un calo del 44% rispetto a quelli che sono i valori attuali (17 dollari, circa). Ricordiamo che la società tecnologica è sbarcata in borsa il 5 aprile 2013. L’azione costava 26 dollari.

Twitter: dati visualizzazioni gonfiati, come FAcebook

Ma c’è di più. A tutti i gravi problemi di Twitter si somma anche la notizia dei dati delle visualizzazioni gonfiati. Proprio come Facebook, anche Twitter avrebbe fornito numeri di visualizzazioni più alti del previsto: non si tratterebbe di qualcosa di volontario.

Proprio come la piattaforma di Zuckemberg, come spiega Bloomberg, anche Twitter ha avuto a che fare con bug software che ha sovrastimato il numero delle visualizzazioni degli annunci video sui telefoni Android.

Twitter, almeno in questa situazione, avrebbe già trovato una soluzione. Secondo il quotidiano americano, la società ha già iniziato ad emettere i rimborsi ad alcuni clienti. “Una volta che abbiamo scoperto il problema, abbiamo risolto e comunicato la notizia ai partner coinvolti”, ha detto Twitter in una dichiarazione. “Dato questo è stato un errore tecnico, non è una questione politica o di definizione, siamo certi che tutto sia stato risolto.”

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati