Innovazione

Tim, tutte le ultime nomine di Gubitosi

di

tim

Il gruppo Tim ha annunciato nuove nomine e nuovi incarichi. Nomi e dettagli

Riorganizzazione in casa Tim. La società di telecomunicazioni guidata da Luigi Gubitosi, ieri ha annunciato nuovi ruoli e nuovi incarichi.

ELISABETTA ROMANO: CHIEF INNOVATION & PARTNERSHIP OFFICE

In casa Tim nasce la figura dello Chief Innovation & Partnership Office, che viene affidata a Elisabetta Romano e sarà a diretto riporto del Chief Executive Officer di TIM.

La Romano avrà la responsabilità di assicurare la definizione del posizionamento tecnologico, l’evoluzione della roadmap architetturale di medio-lungo termine e l’innovazione dei servizi attraverso l’incubazione di nuove tecnologie. Non solo: la Chief Innovation & Partnership Office dovrà anche assicurare, in raccordo con le strutture aziendali competenti, la valorizzazione delle partnership del gruppo Tim con altri Player nazionali ed internazionali e dovrà presiedere la Open Innovation imprenditoriale e di community, garantendo la gestione dei rapporti con le relative start-up.

Alla Romano vengono affidate, ad interim, anche la funzione di Services Innovation, per assicurare l’evoluzione e lo sviluppo di servizi innovativi nonché le iniziative per valorizzare l’industry retail di Tim.

ATTILIO SOMMA: SEZIONE PARTNERSHIP & ALLIANCES

Nel gruppo di lavoro di Elisabetta Romano ci sarà Attilio Somma, al quale viene affidata in particolare la responsabilità della sezione Partnership & Alliances. Somma avrà la responsabilità di assicurare lo scouting e la valorizzazione delle partnership del gruppo e i rapporti con i principali player. La funzione opererà in raccordo con il Chief Strategy, Customer Experience & Transformation Office ed in collaborazione con le diverse Funzioni aziendali per quanto di competenza;

PAOLO SNIDERO: TECHNOLOGY INNOVATION

Nel gruppo che fa capo alla Romano anche Paolo Snidero, in qualità di responsabile per la sezione Technology Innovation: seguirà l’incubazione di nuove tecnologie nonché il trial dei prodotti e soluzioni oggetto di sperimentazione. Non solo. A lui il compito di curare l’evoluzione della roadmap architetturale di medio-lungo periodo.

MICHELE GAMBERINI: CHIEF TECHNOLOGY & INFORMATION OFFICE

Tim ha anche deciso di ridenominare la Funzione Chief Technology and Innovation Office in Chief Technology & Information Office e affidarla a Michele Gamberini.

La figura di Gamberini dovrà assicurare all’intero gruppo di telecomunicazioni l’evoluzione delle reti e dell’Information Technology, sostenendo e promuovendo anche il percorso di trasformazione digitale.

Nell’ambito della sua funzione, poi, Gamberini dovrà garantire i processi integrati di ingegneria, sviluppo ed esercizio delle infrastrutture tecnologiche, delle piattaforme e delle applicazioni informatiche, il governo delle relative operation nonché la qualità delle reti e dei servizi in ottica E2E.

MARCO BURZIO: ADVISOR REVISIONE

Marco Burzio, che opererà a diretto riporto di Michele Gamberini, ricoprirà il ruolo di advisor per la revisione dei meccanismi di interazione tra le Funzioni centrali del CTIO e le strutture territoriali del Chief Operations Office.

SABRINA VALENZA: PLANNING, ARCHITECTURES & QUALITY

Sempre nell’ambito della ridefinizione organizzativa, la Funzione Processes & Quality, che viene ridenominata Planning, Architectures & Quality, è affidata a Sabrina Valenza. In questa sezione confluiscono attività e risorse di Architectures, Planning & Resilience.

FABRIZIO SILVESTRI: NETWORK E SERVECE ENGINEERING

Tim affida la funzione di Network & Services Engineering a Fabrizio Silvestri. A questa funzione, con effetto immediato, confluiscono attività e risorse di:

  •  Technical Planning & Testing di Infrastructures & Operations per la quota parte di planning delle reti core e trasporto e di gestione degli ambienti di testing;
  • Plans & Programs delle Infrastrucures & Operations Area in ambito Infrastructures & Operations per la quota di attività relativa alle reti core e di trasporto;
  • Transport Creation e Transport Configuration di Core & Transport Operations in ambito Infrastructures & Operations;
  • Core & Transport delle Funzioni Network Development in ambito Infrastructures & Operations Area.

ROBERTO CHIAPPINI: INFRASTRUCTURES & OPERATIONS

Il ruolo di responsabile della sezione Infrastructures & Operations va, invece, a Roberto Chiappini. Qui confluiscono attività e risorse di:

  • Network Maintenance delle Infrastructures & Operations Area in ambito Infrastructures & Operations per la quota parte relativa alle reti core e di trasporto;
  • Data Center & Intranet Management delle Infrastructures & Operations Area in ambito Infrastructures & Operations.

STEFANO SIRAGUSA: CHIEF OPERATIONS OFFICE

Tim ridenomina, poi, la funzione di Chief Wholesale Infrastructures Network & Systems Office in Chief Operations Office. La responsabilità della funzione è affidata a Stefano Siragusa, che assicurerà il presidio delle reti d’accesso fissa e mobile nonché la connettività dei relativi servizi per la clientela.

Al Chief Operations Office fa riferimento la società Flash Fiber (costituita da Tim e Fastweb).

GIANNI CROCETTI: OPERATIONS VALUE CREATION

Nell’ambito della funzione di Chief Operations Office, la carica di Operations Value Creation, è affidata a Gianni Crocetti, con la responsabilità di assicurare il PMO (Program Management Office) dei progetti di efficientamento complessivo delle Operations e dell’integrazione delle attività di rete mobile e rete fissa, nell’ottica di garantire – in raccordo con la Funzione Procurement e le competenti Funzioni aziendali – il re-engineering di tutti i processi di network deployment e di assurance nell’ambito della rete di accesso.

Crocetti dovrà inoltre occuparsi della definizione dei piani pluriennali di decommissioning e dell’implementazione dei relativi programmi, attraverso il coordinamento di tutte le Funzioni Aziendali coinvolte ed il monitoraggio degli avanzamenti.

In tale ambito confluiscono attività e risorse della Funzione Processes & Procedures Design di E2E Management, della Funzione Business Development e Value Creation nonché della Funzione Decommissioning del CTIO.

CARLO BONI: E2E MANAGEMENT

Sempre nell’ambito di riorganizzazione della funzione di Chief Operations Office, la responsabilità E2E Management viene affidata a Carlo Boni. Questi dovrà assicurare l’interlocuzione con gli stakeholders interni ed esterni e raccordarsi con la Funzione Chief Regulatory Affairs & Wholesale Market Office.

CARLO FILANGIERI: DEPUTY CHIEF OPERATIONS OFFICE

Per la funzione di Operations Governance, invece, Tim ha scelto Carlo Filangieri, che assume il ruolo di Deputy Chief Operations Office, con la responsabilità di assicurare il governo integrato dei processi di creation delle infrastrutture e della rete di accesso fissa e della rete di accesso mobile. A lui il compito del presidio dei processi di delivery e di assurance dei servizi di accesso per la clientela OAO e TIM Retail, la maintenance on field di tutte le reti, garantendo il service per la Funzione CTIO.

In tale ambito confluiscono attività e risorse delle Funzioni Technical Planning, Creation & Network Management, Technical Equipment, Delivery e Assurance di Wholesale Operations nonché attività e risorse di competenza da Technical Planning & Testing di Infrastructures & Operations del CTIO.

FELICE IBBA: WHOLESALE MARKET

La funzione di Wholesale Market è affidata a Walter Felice Ibba. In questo ambito confluiscono attività e risorse afferenti al project management dei servizi premium dalla Funzione E2E Delivery Premium di E2E Management. A Wholesale Market fanno riferimento le Società TI San Marino; Persidera; TN Fiber.

La funzione sarà alle dirette dipendenze di Giovanni Moglia, il cui ruolo sarà ridenominato Chief Regulatory Affairs & Wholesale Market, garantendo continuità sui risultati raggiunti da Tim in questi anni nell’implementazione del Nuovo Modello di Equivalence, in allineamento con la strategia e la sostenibilità regolamentare.

LA RIORGANIZZAZIONE TERRITORIALE

La riorganizzazione di Tim, tocca anche gli ambiti territoriali. La funzione Operations Area Nord Ovest è affidata a Crescenzo Micheli; quella di Operations Area Nord Est è affidata a Paolo Malgarotto; la funzione di Operations Area Centroè affidata a Stefano Gigli; e il ruolo di Operations Area Sud andrà a Marco Battisti.

Le figure dovranno assicurare la pianificazione tecnico-operativa, la progettazione esecutiva e la realizzazione delle infrastrutture di accesso in modo integrato per le reti fisse e mobili, l’attivazione dei servizi di connettività, la realizzazione degli interventi di delivery e di assurance assegnati, la maintenance on field di tutte le reti, il service per le competenti Funzioni del CTIO nonché l’engineering e la maintenance degli asset tecnologici e civili degli spazi industriali.

I CONTI DI TIM

La riorganizzazione arriva qualche giorno dopo la presentazione dei conti dei primi nove mesi del 2019. I ricavi da servizi di gruppo, al netto del contributo di Telecom Italia Sparkle (International Wholesale), sono stati pari a  11,8 miliardi di euro (-2,2% YoY), mentre i ricavi totali hanno raggiunto i 13,4 miliardi di euro (-4,3% YoY).

L’EBITDA reported di Gruppo è stato di 6,0 miliardi di euro, con un incremento del 4,0%.

L’operating free cash flow ha raggiunto 2,2 miliardi di euro, registrando un miglioramento di 791 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2018, grazie alla continua riduzione dei costi e all’ottimizzazione della gestione del capitale circolante.
Il risultato netto reported attribuibile ai soci della controllante si è attestato a 852 milioni di euro (negativo per 868 milioni di euro nei primi nove mesi del 2018).

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati