Innovazione

Tutti i programmi spaziali di Facebook

di

Facebook, il colosso tecnologico guidato da Mark Zuckerberg, sta costruendo in sordina satelliti laser per le comunicazioni globali? Fatti, indiscrezioni e scenari

Il mondo sempre più connesso. Da sempre è questa la mission che Mark Zuckerberg persegue con il suo social network. Ma presto Facebook potrebbe spingersi oltre.

Secondo il sito tech americano IEEE Spectrum, Facebook starebbe lavorando a un progetto di satelliti per comunicazioni laser attraverso la società controllata PointView Tech.

POINTVIEW, LA SUSSIDIARIA DI MENLO PARK

Secondo Spectrum, PointView starebbe lavorando su laser spaziali progettati per comunicare con i satelliti che si librano nell’orbita terrestre. Questa tecnologia aprirebbe la strada a velocità di trasferimento dei dati più veloci rispetto ai segnali radio tradizionali oltre a garantire una maggiore sicurezza delle comunicazioni (è molto più difficile hackerare un laser).

Dopotutto, PointView ha anche costruito due osservatori distaccati sulla cima di Mount Wilson in California, in base ai permessi di costruzione pubblicati dal sito americano.

Non solo: lo scorso aprile, la società ha chiesto il permesso alla Fcc, la Commissione federale delle comunicazioni degli Stati Uniti, di testare alcuni segnali radio E-band. Secondo la documentazione, questi segnali possono “essere utilizzati per la fornitura di accesso a banda larga fissa e mobile in aree non servite e inutilizzate”.

Tuttavia, la domanda non è stata ancora completamente elaborata a causa dell’attuale shutdown del governo.

Ciò su cui Facebook intende utilizzare il lavoro di PointView non è noto, ma è possibile che il gruppo di Menlo Park speri che un sistema di comunicazione laser possa portare Internet ad alta velocità in aree che non lo possiedono già.

COME ONEWEB E SPACEX PORTARE INTERNET DAI SATELLITI

D’altronde, già l’anno scorso sempre IEEE Spectrum aveva rivelato che Facebook stava lavorando a un progetto satellitare denominato Athena per indirizzare Internet verso la Terra usando segnali radio a onde millimetriche.

Tuttavia, Athena potrebbe non fornire una notevole quantità di banda larga. Marc Zuckerberg non è il solo ad aver pensato alla connessione satellitare per portare internet nelle zone più remote del globo. Già le aziende OneWeb e SpaceX di Elon Musk stanno per raggiungere i loro obiettivi lanciando letteralmente migliaia di piccoli satelliti in orbita terrestre bassa per formare intere “costellazioni” che collegano Internet a terra.

FACEBOOK NON CONFERMA MA STUDIA I LASER ORBITALI

Al momento, Facebook non ha risposto a una richiesta di commento su questa indiscrezione e il Mount Wilson Institute, che gestisce il sito degli osservatori, ha detto soltanto: “L’installazione di PointView Tech non è ancora completa”.

Eppure, i documenti scientifici redatti da due ricercatori di Facebook suggeriscono che il gruppo di Zuckerberg sta dispiegando risorse e studi per i laser orbitali. In una serie di articoli pubblicati nel 2017 e nel 2018, gli ingegneri Raichelle Aniceto e Slaven Moro hanno sottoposto a radiazioni diverse componenti, incluso un modem ottico, simili a quelle sperimentate in orbita.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati