Innovazione

Privacy, l’app ToTok spia gli utenti per gli Emirati Arabi Uniti?

di

ToTok

Secondo un’inchiesta del New York Times, i funzionari statunitensi hanno scoperto che l’app ToTok è uno strumento di spionaggio per il governo degli Emirati Arabi Uniti

No non è TikTok, ma sta preoccupando comunque gli Stati Uniti. L’app di messaggistica ToTok è in realtà uno strumento di spionaggio utilizzato dal governo degli Emirati Arabi Uniti per sorvegliare in massa i propri utenti. Secondo un’inchiesta del New York Times, che cita funzionari statunitensi che hanno familiarità con un rapporto di intelligence classificato, l’app è stata creata dei funzionari dell’intelligence degli Emirati Arabi Uniti.

L’obiettivo è tenere traccia delle conversazioni e dei movimenti dei cittadini. Da domenica ToTok è stata rimossa dall’App Store iOS e da Google Play Store.

L’APP TOTOK

Rilasciata lo scorso 27 luglio, ToTok ha guadagnato rapidamente popolarità negli Emirati Arabi Uniti visto che altre app di messaggistica come WhatsApp e Skype sono bloccate nel Paese. L’app si è diffusa anche in altri paesi del Medio Oriente e poi in Europa, Asia e Africa. Fino a diventare una delle app più scaricate negli Stati Uniti.

CHE RACCOGLIE DATI, TANTI DATI

Secondo l’indagine del Nyt, consentendo agli utenti di chattare con amici e parenti gratuitamente, allo stesso tempo ToTok stava raccogliendo informazioni sui contatti, le posizioni e le conversazioni degli utenti. Non solo, l’app ha anche accesso a microfoni, telecamere e calendari degli utenti.

SENZA VIOLAZIONE

Tutto questo in totale rispetto della policy sulla privacy. “La nostra analisi ha dimostrato che ToTok, fa semplicemente quello che sostiene di fare … e davvero niente di più”, ha scritto l’ex hacker della National Security Agency Patrick Wardle nel suo rapporto sull’app.

ToTok non dichiara infatti di essere crittografata come WhatsApp o Signal e la sua politica sulla privacy afferma che “potrebbe condividere i tuoi dati personali con società del gruppo”.

Tuttavia, anziché attenersi ad attività strettamente simili a quelle di un’app di messaggistica, secondo il report statunitense, ToTok avrebbe utilizzato tale accesso per sorvegliare i propri utenti.

LA REPLICA DELL’APP

Immediata la reazione dei colossi tecnologici statunitensi all’inchiesta del Times: sia Apple sia Google hanno rimosso ToTok dallo store. Ma la società dell’app ha replicato con un post sul suo blog ma sviando le accuse.

“In effetti, ToTok è temporaneamente non disponibile in questi due store a causa di un problema tecnico”, ha scritto la società. “Mentre gli utenti ToTok continuano a usufruire del nostro servizio senza interruzioni, vorremmo informare i nostri nuovi utenti che siamo ben coinvolti con Google e Apple per risolvere il problema”.

ANCHE FACEAPP E TIK TOK NEL MIRINO DELL’FBI

Come sottolinea Axios, lo sfruttamento dell’app da parte del governo degli Emirati Arabi Uniti, collegato a una società di intelligence privata indagata dall’FBI, segue una prassi dei paesi autoritari che utilizzano app digitali per raccogliere informazioni sulla popolazione.

A inizio dicembre l’Fbi ha riferito che considera le applicazioni mobili sviluppate in Russia, come FaceApp, “potenziali minacce di controspionaggio”. Senza dimenticare la crescente preoccupazione di agenzie e legislatori statunitensi verso l’app cinese TikTok, diventata molto popolare tra i giovani negli Stati Uniti. Tanto che il Comitato per gli investimenti esteri negli Stati Uniti, il Cfius, ha aperto un’inchiesta formale sulla società proprietaria di TikTok.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati