skip to Main Content

Perché Twitter eclissa i Fleets

Australia Social Media

Twitter manda in pensione (prematuramente) i suoi Fleets (contenuti simili alle Stories di Instagram)

 

A partire dal 3 agosto Twitter rimuoverà i Fleets, i contenuti effimeri simili alle Stories di Instagram e di Snapchat.

L’eliminazione della funzione è particolarmente improvvisa poiché Twitter l’ha lanciata a novembre 2020 e ha iniziato a testare gli annunci pubblicitari tra i Fleets solo il mese scorso.

Il formato tweet effimero che scade dopo 24 ore nella parte superiore della timeline di Twitter va in pensione a causa del basso utilizzo, sottolinea The Verge.

Il fallimento dei Fleets potrebbe essere un duro colpo per gli ambiziosi obiettivi di Twitter di avere 315 milioni di utenti attivi giornalieri monetizzabili, o mDAU, entro la fine del 2023 e di raddoppiare almeno le sue entrate annuali in quell’anno. Una parte fondamentale del raggiungimento di tali obiettivi prevedeva il lancio di più funzionalità per un maggiore coinvolgimento degli utenti, evidenzia Cnbc.

Ma i rompicapo non finiscono qui per la piattaforma social di Jack Dorsey.

Nel 2020 Twitter ha visto un’impennata delle richieste del governo in tutto il mondo di rimuovere i contenuti pubblicati da giornalisti e agenzie di stampa, secondo i dati diffusi dalla piattaforma di social media, come riporta Reuters.

Tutti dettagli.

ESCONO DI SCENA I FLEETS DA TWITTER

La decisione di Twitter di eliminare i Fleets non è solo un’ammissione dell’insuccesso della nuova funzionalità. Piuttosto, testimonia che la società non ha ancora capito come far sì che le persone twittino di più.

Per anni, Twitter ha lottato per convincere i nuovi utenti a pubblicare regolarmente e non solo a condividere (re-tweet) i cinguettii di altre persone. Inoltre Fleets era il tentativo di replicare le fortunate Stories, il popolare formato di social media inventato da Snapchat e ripreso da Instagram.

LA MOTIVAZIONE

“Speravamo che Fleets aiutasse più persone a sentirsi a proprio agio nell’unirsi alla conversazione su Twitter”, ha dichiarato ieri in una nota Ilya Brown, vicepresidente del prodotto di Twitter. “Ma, da quando abbiamo presentato Fleets a tutti, non abbiamo visto un aumento del numero di nuove persone che si uniscono alla conversazione con Fleets come speravamo”.

Invece di incoraggiare nuovi utenti a pubblicare contenuti, i Fleet sono stati semplicemente utilizzati dagli utenti esperti di Twitter esistenti, secondo la società.

SOLO SPACES

A partire dal 3 agosto dunque, gli utenti vedranno invece solo gli Spaces attivi, le chat room audio live di Twitter, nella parte superiore delle loro timeline. E il compositore per i tweet tradizionali sarà aggiornato con più funzionalità di modifica della fotocamera.

AUMENTANO LE RICHIESTE DI RIMOZIONE SULLA PIATTAFORMA

Infine, sempre ieri la società guidata da Jack Dorsey ha pubblicato il suo rapporto sulla trasparenza.

Twitter ha affermato che gli account verificati di 199 giornalisti e agenzie di stampa sulla sua piattaforma hanno dovuto affrontare 361 richieste legali da parte dei governi per rimuovere i contenuti nella seconda metà del 2020, con un aumento del 26% rispetto alla prima metà dell’anno.

Il rapporto semestrale sull’applicazione delle regole politiche da parte di Twitter e le informazioni e le richieste di rimozione che riceve arriva quando le società di social media tra cui Facebook e YouTube di Google affrontano il controllo del governo in tutto il mondo sui contenuti consentiti sulle loro piattaforme.

I PAESI PIÙ CRITICI

Dal rapporto emerge che l’India ha presentato la maggior parte delle richieste di rimozione (superando per la prima volta gli Stati Uniti). Seguono Turchia, Pakistan e Russia.

COSA HA FATTO IL SOCIAL DI JACK DORSEY

La società ha affermato di aver ricevuto a livello globale oltre 14.500 richieste di informazioni dal 1° luglio al 31 dicembre e di aver prodotto alcune o tutte le informazioni in risposta al 30% delle richieste.

Twitter alla fine ha rimosso cinque tweet di giornalisti ed editori di notizie, afferma il rapporto.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore