Innovazione

Musical.ly: se la tecnologia rende tutto (o quasi) possibile

di

Musical.ly

 

Musical.ly ha conquistato milioni di utenti americani e piace soprattutto ai giovani. Pochi click ed è successo, grazie alla tecnologia

Da piccola app di musica a gigante social che ha come obiettivo sfidare Facebook, il social che fa capo a Mark Zuckemberg: il passo lo si fa in un attimo, meglio in qualche click. La tecnologia non solo apre mondi nuovi, ma può trasformare un’idea di successo in un salvadanaio raccogli soldi, con una facilità impressionante. Basta (per così dire) il favore del pubblico. E può trasformare gente comune in piccole Star. Un’idea inizialmente eccellente, invece, può sembrare pessima se il pubblico la stanca facilmente: basta guardare a Twitter che sembrava il principale sfidante del social network di Mark Zuckemberg e che ora è alla ricerca (non facile) di un compratore. Ma oggi parliamo di storie di successo.

Parliamo di Musical.ly, l’app cinese che consente agli utenti, in pochi minuti, di filtrare, modificare e condividere brevi video mentre mimano con le labbra la loro canzone preferita. Nata a Shanghai appena due anni fa da un’idea di Luyu Yang e Alex Zhu, l’applicazione ha raccolto il consenso di più di 100 milioni di “Musers” e appassiona, soprattutto, i teenager americani. Non solo: l’applicazione ha dato vita anche a piccole star che attirano milioni di seguaci.

Un successo veloce

Musical.lyÈ anche per questo che nel corso degli anni l’applicazione cinese ha attirato l’attenzione di Wall Street e della Silicon Valley. La società ha raccolto più di 100 milioni di dollari e ha tra i suoi sostenitori DCM Ventures, GGV capitale e Greylock Partners. Si candida, come Snapchat, a sfidante di Facebook: e Mark Zuckerberg l’ha già definita “interessante”.

Ma, come racconta Bloomberg, l’applicazione potrebbe presto sperimentare i suoi limiti. É vero, ci sono 40 milioni di persone che utilizzano l’applicazione ogni mese e sperimentano il fascino dei video. Ma molti utenti non visitano l’app ogni giorno: secondo un’analisi presentata da Google Play e Apple iOS, l’utente medio di Musical.ly visita l’applicazione solo tre giorni al mese. L’azienda, riporta, invece, che l’utente medio controlla l’applicazione circa 10 volte al mese.

Musical.ly: prova a diventare il nuovo Facebook

Numeri e visite a parte. Sopravvivere a lungo termine non è certo semplice e il co-fondatore Alex Zhu, 37 anni, ne è ben consapevole. È per questo che lui e il suo team hanno lanciato Live.ly, una applicazione diretta streaming che ha già attirato 11,5 milioni di utenti, tra cui Shark Tank e Mark Cuban. Obiettivo: Zhu vuole divenatre sempre più simile a Facebook e sfidare il social alla pari.

“E’ un po’ come il sogno di ogni adolescente, che è quello di diventare un giocatore NBA, ma non tutti possono raggiungere il successo” dice Jeremy Liew, partner di Lightspeed Venture Partners. “E’ una cosa molto difficile da fare”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati