skip to Main Content

Meta, Microsoft, Nvidia e non solo si alleano per il metaverso

Metaverso

Meta, Microsoft, NVIDIA e altre aziende tecnologiche hanno dato vita al Metaverse Standards Forum. Al consorzio non partecipa Apple

Nasce il Metaverse Standards Forum: il consorzio che riunisce le big tech per lo sviluppo del metaverso.

Il Metaverse Standards Forum è un’organizzazione volta a definire protocolli comuni di sviluppo e comunicazione che rendano compatibili tra loro i mondi digitali nascenti delle aziende.

I partecipanti al Metaverse Standards Forum includono molte delle più grandi aziende che lavorano in questo spazio, dai produttori di chip alle società di giochi, oltre a organismi di definizione di standard consolidati come il World Wide Web Consortium (W3C).

Tra queste spiccano le big tech americane come Meta (Facebook), Microsoft e Sony. Per il momento, tuttavia, dalla lista dei membri manca Apple. Proprio il colosso di Cupertino è considerato dagli analisti un player dominante nella corsa al metaverso quando introdurrà un auricolare per la realtà mista quest’anno o nel 2023.

“I leader del settore hanno dichiarato che il potenziale del metaverso sarà realizzato al meglio se costruito su una base di standard aperti”, afferma il consorzio nella nota.

Tutti i dettagli.

COS’È IL METAVERSE STANDARS FORUM PER IL METAVERSO

Il forum ha l’obiettivo di facilitare la comunicazione tra una serie di organizzazioni e aziende di standard per realizzare “l’interoperabilità del mondo reale”.

Secondo il comunicato stampa, l’adesione al Metaverse Standards Forum è gratuita. Il gruppo prevede di concentrarsi su “progetti pragmatici e basati sull’azione”, come hackathon e strumenti open source. Il Metaverse Standards Forum è guidato dal Khronos Group, un consorzio no-profit che si occupa tra l’altro di AR/VR, intelligenza artificiale, machine learning.

“La costruzione di un metaverso aperto e inclusivo richiederà una costellazione di standard di interoperabilità aperti” ha aggiunto la nota.

META, MICROSOFT, SONY E NON SOLO TRA I PARTECIPANTI

Come annunciato a inizio settimana, il forum ha già coinvolto alcuni importanti attori, come Meta, Microsoft, Epic Games, Adobe, NVIDiA, Sony, Unity e altri.

DA APPLE A SNAPCHAT, I GRANDI ASSENTI

Ma ci sono anche alcuni “grandi assenti”, tra cui aziende del calibro di Apple e Snapchat che stanno costruendo prodotti da “metaverso” anche per i consumatori.

Anche le società di gioco Roblox e Niantic non sono state incluse tra i partecipanti al forum, così come le piattaforme di metaverso emergenti basate su criptovalute come The Sandbox o Decentraland.

“Consorzi come questi sono efficaci solo se un numero sufficiente di aziende adotta i loro standard”, commenta Techcrunch.

LA POSIZIONE DI META SUL METAVERSO

Che sia necessario l’impegno di tutti i player lo ha detto ben chiaro il gruppo di Menlo Park fondato da Mark Zuckerberg.

“Non ci sarà un metaverso gestito da Meta, così come oggi non esiste un ‘internet di Microsoft’ o un ‘internet di Google'”, ha spiegato il mese scorso Nick Clegg, presidente di Meta per gli affari globali, in un post sul blog. “Come Internet, il metaverso sarà un sistema interconnesso che trascende i confini nazionali, per cui sarà necessaria una rete di standard, norme e regole pubbliche e private per consentirne il funzionamento al di là delle giurisdizioni”.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore