skip to Main Content

Leonardo, ecco come vanno i settori Elicotteri, Elettronica, Aeronautica e Spazio

Leonardo Oto Melara

Che cosa emerge dai risultati dei primi 9 mesi di Leonardo sugli andamenti dei principali settori di attività (Elicotteri, Elettronica, Aeronautica e Spazio)

 

Bene la performance di elettronica e velivoli (ordini in crescita rispettivamente del 21,3% e del 112,8%), un po’ meno quella degli elicotteri (ordini in calo del 24,2%) tra i settori di Leonardo nei primi 9 mesi dell’anno.

Inoltre, continua a soffrire la divisione Aerostrutture dell’ex Finmeccanica (ordini in calo del 33,4%). “Si conferma che il 2021 sarà l’anno più impattato per le Aerostrutture, con una ripresa graduale che porterà al breakeven alla fine del 2025” comunica il gruppo di piazza Monte Grappa. (Qui l’approfondimento di Start su tutte le novità per la divisione Aerostrutture).

Riguardo al conto economico: Leonardo ha chiuso i 9 mesi con ricavi in crescita annua del 6% a 9,6 miliardi, ebita in aumento del 22% a 607 milioni, Focf negativo per 1.387 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai -2.596 milioni del corrispettivo 2020. Crescono anche gli ordini: in salita del 9% a 9,3 miliardi.

“I risultati dei primi nove mesi del 2021 — sottolinea la società guidata da Alessandro Profumo in una nota — consolidano la ripresa del percorso di crescita e aumento di redditività formulate in sede di bilancio al 31 dicembre 2020, evidenziando per il 2021 un progressivo e continuo miglioramento della performance industriale del Gruppo”.

Ecco di seguito i dettagli sull’andamento dei singoli settori così come si evincono dal comunicato e dalla relazione sui primi nove mesi di Leonardo:

leonardo settori

ELICOTTERI

L’andamento dei primi nove mesi del 2021 conferma il trend di crescita, rispetto ai primi nove mesi del 2020, di Ricavi ed EBITA, nonostante la componente civile risenta ancora di un mercato tuttora caratterizzato dalla pandemia.

Il volume degli ordini risulta inferiore per effetto dell’acquisizione, nel periodo a confronto, del contratto IMOS (Integrated Merlin Operational Support) per il Ministero della Difesa del Regno Unito.

Ordini: in diminuzione per effetto dell’acquisizione, nel 2020, dell’ordine IMOS, oltre che a causa dello slittamento all’ultimo trimestre del 2021 di alcune previste acquisizioni.

Tra le principali acquisizioni del periodo si segnalano:

  • il secondo ordine di 36 elicotteri TH-73A (AW119) per la US Navy;
  • il secondo atto aggiuntivo per il completamento delle attività di sviluppo e per la fornitura di n. 4 elicotteri di serie relativamente al programma NEES (Nuovo Elicottero da Esplorazione e Scorta) per l’Esercito Italiano;
  • i contratti per la fornitura complessiva di n. 9 elicotteri AW139 destinati alla Saudi Royal Court e di n. 8 elicotteri AW139 per la Guardia di Finanza Italiana

Ricavi: in lieve crescita per maggiori ricavi sulle linee AW189/AW149 oltre che per il ramp-up delle attività su taluni programmi militari/governativi, quali NH90 per il Qatar e TH-73A per la US Navy

EBITA: aumento sostanzialmente in linea con la crescita dei ricavi.

ELETTRONICA PER LA DIFESA E LA SICUREZZA

I nove mesi del 2021 sono caratterizzati da un’ottima performance commerciale, con volumi di ricavi e redditività in crescita in tutte le aree di business sia della componente europea che in Leonardo DRS, a conferma del trend di aumento della redditività registrato a partire dall’inizio dell’anno.

Ordini: in significativo aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Tra le principali acquisizioni che hanno caratterizzato l’ottima performance commerciale dell’Elettronica Europa si evidenziano la fornitura di equipaggiamenti per due sottomarini U212 Near Future Submarines (NFS) che entreranno a far parte della flotta della Marina Militare Italiana a partire dal 2027 e, nell’ambito del più ampio programma Quadriga, l’ordine relativo alla fornitura di radar e dei sistemi di protezione aerea che equipaggeranno i 38 velivoli Typhoon destinati a sostituire i velivoli della Tranche 1 attualmente in dotazione al Ministero della Difesa Tedesco. Inoltre, in ambito Cyber, si segnala l’ordine relativo alla Fase 4 del programma Sicote (Sistema Controllo del Territorio) incentrato su soluzioni innovative per il supporto alle attività istituzionali dell’Arma dei Carabinieri e dello Stato Maggiore della Difesa. In ambito Automazione si cita l’ordine per potenziare la gestione logistica dei sistemi di smistamento bagagli, che saranno dotati della tecnologia di sicurezza approvata dalla European Civil Aviation Conference (ECAC) per 10 aeroporti spagnoli.

Per Leonardo DRS si segnalano gli ulteriori ordini per la produzione dei sistemi modulari hardware denominati Mounted Family of Computer Systems (MFoCS) da installare sui veicoli da combattimento terrestre per il supporto alla manovrabilità e alla logistica per l’esercito degli Stati Uniti e l’ordine IMSHORAD per fornitura iniziale di un Mission Equipment Package, da integrare sui veicoli pesanti di tipo striker e che consentirà di neutralizzare le minacce aeree a bassa quota incluso quelli a controllo remoto (droni). Ricavi: in crescita sia nella componente europea, che lo scorso anno aveva risentito dell’applicazione delle misure di contenimento del contagio da COVID-19, che in Leonardo DRS escludendo l’effetto sfavorevole del tasso di cambio USD/€.

EBITA: in aumento per effetto dei maggiori volumi e della migliore redditività rispetto a quanto registrato nei primi nove mesi del 2020 che avevano risentito, con particolare riferimento alla componente europea, degli effetti derivanti dall’applicazione delle misure di contenimento del contagio da COVID19.

Leonardo DRS, il cui risultato registra una marcata crescita nonostante l’effetto sfavorevole del cambio USD/€, conferma il trend di incremento della redditività dovuto al passaggio in produzione di alcuni programmi di sviluppo.

AERONAUTICA

I primi nove mesi del 2021 confermano il buon andamento della Divisione Velivoli e una performance della componente civile ancora condizionata dagli effetti della pandemia sul traffico aereo civile, con volumi di produzione in sensibile calo nella Divisione Aerostrutture e livelli di consegne ancora bassi, seppur in netta ripresa rispetto al 2020, da parte del GIE-ATR.

Velivoli

Dal punto di vista produttivo per i programmi militari della Divisone sono state consegnate a Lockheed Martin n. 32 ali per il programma F-35 (n.27 ali consegnate a settembre 2020).

Ordini: la Divisione ha registrato ordini superiori allo stesso periodo del 2020 grazie alla finalizzazione di significativi ordini export per i velivoli M-346 Ricavi: maggiori volumi di produzione della Divisione sulla linea di business dei trainers M-346 e del programma Kuwait.

EBITA: per la Divisone l’EBITA beneficia dell’effetto dei maggiori volumi.

Aerostrutture

Per la Divisione sono state consegnate n. 32 sezioni di fusoliera e n. 16 stabilizzatori per il programma B787 (nel 2020 consegnate n. 90 fusoliere e n. 58 stabilizzatori) e n. 10 consegne di fusoliere per il programma ATR (n. 19 nei primi nove mesi dello scorso anno).

Ordini: la Divisione non ha ricevuto nuovi ordini dal consorzio GIE/ATR e da Boeing con riferimento al B787, pur continuando a registrare ordini in linea con il periodo a confronto con riferimento ai programmi Airbus A220 e A321.

Ricavi: flessione della Divisione, che risente della riduzione dei rate produttivi sui programmi B787 e ATR EBITA: per la Divisione la prevista riduzione dei volumi di attività e la conseguente insaturazione dei siti produttivi hanno determinato un risultato in netto calo rispetto ai primi nove mesi del 2020 GIE-ATR.

EBITA: il consorzio GIE-ATR registra un risultato superiore a quello dei primi nove mesi del 2020 grazie alle azioni di contenimento dei costi e all’incremento delle consegne (16 consegne nel 2021 rispetto ad una sola consegna del 2020).

SPAZIO

I primi 9 mesi del 2021 evidenziano un incremento del risultato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno per effetto dei maggiori volumi di produzione e della migliore redditività nel segmento manifatturiero, la cui performance nel periodo a confronto risentiva degli effetti del COVID-19. Il segmento dei servizi satellitari conferma il buon andamento dello scorso anno, e registra risultati operativi fondamentalmente in linea con il periodo a confronto.

Alle performance industriali citate si aggiunge il rilevante beneficio economico registrato sulla componente italiana del business manifatturiero derivante dagli effetti del riallineamento del valore fiscale dell’avviamento, in adempimento alle agevolazioni previste dal Decreto “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore