skip to Main Content

Leonardo, tutte le prossime sfide della divisione Elettronica

Divisione Elettronica Leonardo

Che cosa è emerso dall’incontro con la direzione aziendale della Divisione Elettronica del gruppo Leonardo e le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm. Tutti i dettagli nella nota della Fim Cisl

 

Si è riunito ieri a Roma, presso la sede di Unindustria Roma, il coordinamento nazionale Fim-Fiom-Uilm e la Direzione della Divisione Elettronica di Leonardo al fine di espletare l’informativa annuale prevista dal Ccnl.

Tutti i dettagli.

L’ANDAMENTO DELLA DIVISIONE ELETTRONICA DI LEONARDO

La Divisione oggi ha una dimensione occupazionale di oltre 14000 risorse collocate nei 24 siti tra insistenti in Italia, UK e USA, generando globalmente un business da oltre 4 miliardi di euro attraverso oltre 500 prodotti di cui il 60% è destinato a mercati Esteri e non domestici. Nei 5 domini, Land, Space, Sea, Under water, Air, oggi registra oltre 1200 ordini da 240 clienti differenti operanti sia nella dimensione continentale che mondiale. Gli Ordini e l’Ebita previsti per il 2022, rapportati ai consuntivi del 2021, vedono una crescita costante mentre si registra un sostanziale pareggio sui ricavi derivante dall’aumento delle materie prime e dei costi legati all’energia, oltre a fattori esogeni legati alla catena di approvvigionamento/fornitori.

GLI OBIETTIVI DELL’ACCORDO SOTTOSCRITTO A LUGLIO

Gli obiettivi dichiarati e presenti nell’accordo sottoscritto lo scorso Luglio sono confermati e suddivisi nei singoli domini:

  • Air Domain: Mantenere nel dominio aereo la posizione di leadership sul combat air (Typhon e Tempest), consolidare il ruolo internazionale come fornitore di soluzioni ISR/ISTAR per piattaforme manned/unmanned, consolidare il posizionamento nel settore delle comunicazioni navigazioni e identificazione attraverso le tecnologie SDR e CMP;
  • Land Domain: Espandere la presenza nell’ambito della homeland security & defences solutions, sfruttare al richiesta di soluzioni innovative per soldati e veicoli con dispositivi portatili e soluzioni di rete, consolidare l’attuale posizionamento come fornitore di sistemi per la integrated air missile and space defence attraverso la fornitura dei Sistemi Radar;
  •  Naval Domain: diventare leader nel mercato (non US) dei radar, sviluppare nuove capabilities ed alleanze nei sistemi combat management system, consolidare il posizionamento come reference provider di sistemi di interoperabilità;
  • Space Domain: diventare leader degli strumenti iperspettrali, elettro-ottici, amplificatori di potenza e attidude sensors e high energy laser transmitters, oltre ad iniziare un posizionamento nel mercato dell’in-orbit servicing attraverso la fornitura di soluzioni robotiche integrate e optical sensor suite.

LE INIZIATIVE IN CORSO

Al fine di traguardare questi ambiziosi obiettivi sono in corso oltre 1400 iniziative per lo sviluppo di nuovi prodotti e di tecnologie di ricerca avanzata, che si avvalgono della collaborazione di 18 distretti tecnologici al fine di creare un ecosistema di eccellenze territoriali (collaborazioni con aziende e numerosi centri di ricerca) atto a favorire la creazione di un indotto tecnologicamente avanzato.

GLI INNOVATION LABS E FAB FABS

Espressioni pratiche di tali collaborazioni sono i progetti inerenti gli Innovation Labs e Fab Labs in corso di sviluppo presso Campi Bisenzio che dovranno rappresentare il modello su cui sviluppare in ogni territorio nuove e necessarie competenze oggi particolarmente difficili da reperire nel mercato del lavoro. Proprio sulla carenza di competenze e sul dato che attesta la divisione ad avere 1/3 dei dipendenti di età superiore ai 55 anni, abbiamo sottolineato come sia ineluttabile ed ineludibile realizzare un piano pluriennale finalizzato ad un cambio mix che permetta, programmandolo e sfruttando le opportunità anche di natura legislativa oggi presenti in Italia, di trasferire le competenze, oggi in capo al personale senior, attraverso un processo graduale e controllato in cui l’interscambio generazionale divenga il fulcro di un necessario step change non traumatico.

I carichi di lavoro in tutti gli stabilimenti della Divisione sono in linea con il disponibile con qualche picco che si sta gestendo attraverso una campagna di assunzioni / stabilizzazioni che alla data del 31 agosto si attesta a 348 risorse a cui vanno sommate le 45 provenienti da Aerostrutture per un saldo complessivo di +393 addetti.

LA FORMAZIONE

La formazione erogata al 31 luglio 2022 è pari a 131.046 ore con oltre 21.334 partecipazioni ai corsi realizzati, investendo una percentuale media pari al 84% dei dipendenti di tutta la divisione.

COME PROCEDE IL PIANO OTTIMIZZAZIONE E CRESCITA DELLA DIVISIONE ELETTRONICA DI LEONARDO

Infine il confronto è proseguito nell’analisi dell’avanzamento del Piano Ottimizzazione e Crescita della Divisione oggetto dell’accordo di luglio 2022.

LAZIO

È stato Rilasciato il Progetto “Santa Palomba”, la cui realizzazione prevede l’inizio del trasferimento materiali a partire da Dicembre 2022 e lo spostamento del personale verso l’Hub (circa 30 persone) a partire da Febbraio 2023. Inoltre l’Azienda ha confermato che è anche in fase di realizzazione lo spazio di Co-Working sul sito stesso in coerenza con gli impegni assunti in fase di accordo. Sono previsti i primi spostamenti da Pomezia a Latina entro Dicembre 2022 (A2MC), è in corso la progettazione delle aree che dovranno essere realizzate per il trasferimento entro Settembre 2023 delle risorse del M&SC, ed entro dicembre 2022 sarà rilasciato lo studio di fattibilità per il nuovo stabilimento che dovrà essere realizzato a Latina a partire dal 2024. Sono in definizione i footprint del sito di Tiburtina 12.400, al fine di identificare e realizzare le postazioni necessarie al trasferimento del personale destinato al sito, trasferimenti che inizieranno a Novembre 2022 dando priorità al personale delle Lob EEC e figure di staff di Divisione Elettronica.

Entro Ottobre 2022 saranno spostate dal sito di Tiburtina 1020 le risorse oggi presenti di Cyber (90) e di Telespazio (100), al fine di liberare gli spazi necessari alla riconfigurazione del layout necessari ad accogliere il personale della Lob CSS di Pomezia presso il sito, personale che sarà trasferito a partire da Novembre 2022 con step graduali fino a Dicembre 2024. Inoltre, è stato avviato il piano di duplicazione asset presenti nello stabilimento di Carsoli, definito il layout dei laboratori che dovranno essere realizzati in Tiburtina necessari ad accogliere il personale del sito abruzzese.

CAMPANIA

Entro l’inizio di Novembre saranno terminate le necessarie attività sul sito di Fusaro atte a riqualificare e realizzare le aree che dovranno accogliere i lavoratori, oggi operanti a Giugliano, delle funzioni M&SC e Ingegneria. Il completamento di tali attività permette di prevedere lo spostamento delle prime risorse (circa 122) verso Fusaro tra Ottobre e Novembre 2022. E’ invece in corso la duplicazione, nel sito di Fusaro, delle linee produttive oggi presenti a Giugliano, e solo quando tali linee saranno realizzate si inizierà il trasferimento del personale a loro afferente. I tempi di realizzazione saranno confermati in funzione ai tempi di consegna degli impianti da parte ditte fornitrici.

PUGLIA

Definita con LGS e Aerostrutture le aree idonee a realizzare il footprint che è in corso di progettazione e dovrebbe terminare entro il mese di ottobre 2022. La realizzazione degli spazi idonei e necessari al trasferimento del personale dovrebbe concludersi entro novembre 2023 per poi permettere lo spostamento delle risorse a partire da Dicembre 2023. Liguria: La progettazione delle aree identificate dovrebbe ultimarsi entro Marzo 2023 necessaria alla successiva fase di realizzazione delle aree classificate che dovrebbe completarsi entro il mese di Maggio 2023. Se tali tempistiche trovassero riscontro i trasferimenti del personale dovrebbero avvenire a partire da Giugno 2023.

TOSCANA

Lo spostamento del personale presso il sito della Divisione Elicotteri è in corso di valutazione in quanto occorre avere contezza delle tempistiche necessarie e riparare i danni provocati in Estate da un fenomeno climatico che ha danneggiato il tetto della struttura.

IL COMMENTO DI FIM CISL SUL CRONOPROGRAMMA DELLA DIVISIONE ELETTRONICA DI LEONARDO

Come Fim Cisl al termine dell’illustrazione sul Cronoprogramma presentato abbiamo ribadito che tutti i siti coinvolti dal piano saranno al centro della nostra attenzione attraverso una gestione puntuale e rigorosa finalizzata a rendere operativo il Piano stesso, ma sarà imprescindibile, a livello territoriale/stabilimento, effettuare ulteriori approfondimenti finalizzati ad analizzare lo sviluppo degli avanzamenti oltre ad un rigoroso monitoraggio sugli investimenti previsti su infrastrutture e prodotti.

Parimenti sarà altrettanto imprescindibile il coinvolgimento in relazione agli impegni sottoscritti riguardanti la reindustrializzazione del sito di Giugliano e quelli inerenti la salvaguardia dei lavoratori presenti negli indotti diretti. Resta nostra convinzione che il piano per la Divisione Elettronica sia strategico e rappresenti un’opportunità importante da cogliere, e pertanto tale sfida se vuole essere vinta non può che essere il frutto di un lavoro condiviso finalizzato anche a valutare, con attenzione e con le giuste sensibilità ogni aspetto, anche di natura sociale, che la realizzazione del piano comporta sui lavoratori e sulle lavoratrici interessate.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore