skip to Main Content

Guida autonoma: anche Amazon scende in campo

Anche Amazon si lancia nel mondo della guida autonoma: ha brevettato un sistema per gestire le driverless car sulle strade a doppio senso di marcia

 

Amazon si lancia nel mondo automotive. E punta, in particolare, alla guida autonoma, come rivela un brevetto depositato nel mese di novembre 2015 e nelle scorse ore. Il brevetto riguarda un sistema che gestisca la guida autonoma all’interno delle “reversible lane”, ovvero delle cioè corsie all’interno delle quali il traffico può muoversi in entrambe le direzioni, a seconda di determinate condizioni. Che Amazon stia pensando anche a delle consegne veloci anche tramite driverless car? Probabile.

In particolare, Amazon avrebbe brevettato un sistema che comunica con veicoli a guida autonoma, informandoli di eventuali cambiamenti del flusso di traffico. Proviamo a spiegarci: la rete dovrebbe informare il veicolo nel caso in cui, per incidente o per lavori, una corsia è chiusa. Grazie all’informazione, il sistema di guida può decidere di cambiare percorso e scegliere un’alternativa più semplice o entrare nella corsia corretta con largo anticipo.

Ma la soluzione di Amazon potrebbe avere delle attuazioni ben più ampie. Il brevetto, infatti, risulterà utile che viaggiano all’interno di diversi paesi su strade con leggi d’uso sempre diverse.

Il documento non svela quali siano i piani strategici di Amazon. Se è vero che con questo brevetto il colosso dell’e-commerce entra nel mondo dell’automotive, è anche vero che la soluzione proposta potrebbe essere utile per migliorare i servizi del sito di shopping online. Forse il gruppo guidato da Jeff Bezos sta pensando ad mettere in campo una rete di veicoli di trasporto a guida autonoma, che permetta ad Amazon non solo di accelerare il trasporto delle merci, ma anche di ridurre il costo della logistica, dal momentoche non ci sarebbe più la necessità di pagare gli autisti.

Amazon sta lentamente prendendo un controllo diretto della sua rete di distribuzione negli ultimi anni: nel 2012 ha dato vita ad un centro di Logistica per gestire le consegne locali nel Regno Unito, ha a disposizione ben 40 aerei e nel mese di dicembre 2016 ha comprato migliaia di camion. Il brevetto potrebbe essere un indizio di nuovi sviluppi nel settore.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore