Innovazione

Il grande ritorno dei Google Glass. Forse

di

Google glass

Uno studio ha dimostrato che l’utilizzo dei Google Glass nel reparto di pronto soccorso, velocizza le diagnosi, salvando più vite

I Google Glass potrebbero tornare sul mercato e rivoluzionare la medicina. Secondo uno studio dell’University of Massachusetts Medical School, infatti, gli occhiali di Big G. potrebbero essere utilizzati nei pronto soccorso permettendo di fare consulti in tempo reale con specialisti non presenti nella struttura.

La ricerca nasce da una vera e propria sperimentazione. Lo studio, pubblicato sul Journal of Medical Toxicology, ha mostrato che almeno sei pazienti intossicati hanno ricevuto un antidoto a un veleno che non avrebbero avuto senza il consulto a distanza. Grazie ai Google Glass, che hanno permesso di realizzare e inviare in tempo reale video e foto a un tossicologo, il medico di pronto soccorso è riuscito a formulare una diagnosi esatta nell’89% dei casi.

“In qualità di medico di emergenza si è molto occupati e spesso si finisce per prendere decisioni con gli specialisti molto velocemente. Spesso si parla con lo specialista solo al telefono, e l’unica cosa che si può dare è una descrizione verbale, mentre tutti vorrebbero vedere il paziente”, ha spiegato Peter Chai, uno dei ricercatori coinvolti, a Spectrum.

Google Glass

“Il prossimo passo – spiega Aaron Skolnik, Tossicologo assistente direttore medico e coordinatore dello studio – sarà utilizzare i Google Glass per fare il triage nei casi di eventuale avvelenamento nelle campagne dell’Arizona, per determinare quali devono essere portati subito in un centro specializzato e quali possono restare nell’ospedale locale. A settembre e ottobre inoltre parteciperemo a delle esercitazioni in cui 50-60 team di soccorritori di emergenza saranno collegati con 15 specialisti esperti in disastri“.

I Google Glass, scomparsi dal mercato a Gennaio 2015 perchè non avevano conquistato il pubblico, ora potrebbero fare il loro gran ritorno, rivoluzionando la sanità. Negli ultimi tempi si parla molto di telemedicina, ma questa spesso consiste solo in una fotocamera e in un computer posati su un carrello che vaga da una stanza di esami all’altra. I Google Glass, piccoli e discreti potrebbero, invece, velocizzare le diagnosi e salvare più vite. Anche se gli occhiali di Google hanno fatto flop con i consumatori, “per la medicina, e forse le applicazioni industriali, in realtà è davvero una grande tecnologia”, spiega Skolnik. “Fornisce una quantità enorme di dati supplementare affidabile e preciso per una persona remoto a costi relativamente bassi.”

Non mancano però gli ostacoli per la loro applicazione. Uno tra tutti, come riporta Spectrum, è che non si saprebbe come rimborsare gli specialisti che darebbero le loro consulenze virtuali.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati