Innovazione, Pagamenti digitali / Fintech

Google Pay, Apple Pay, Mobile Pay, Samsung Pay e non solo. Ecco come procede la guerra sui pagamenti digitali

di

Google Pay

Tutte le ultime novità nel settore dei pagamenti digitali tra i grandi gruppi, come Google Pay o Samsung Pay, con un sottofondo geopolitico fra Usa, Asia ed Europa

 

Al momento la sigla EMPSA dice ben poco. È l’acronimo di European Mobile Payment Systems Association, il neonato consorzio per i pagamenti digitali che riunisce alcuni big dell’Europa continentale: in rigoroso ordine alfabetico la belga Bancontact Payconiq Co., Bluecode (Germania e Austria), MobilePay (Danimarca e Finlandia), Sibs /MB Way (Portogallo), Twint (Svizzera), Swish (Svezia) e Vipp (Norvegia). Ma molto presto potrebbe diventare presenza ricorrente in tutte le transazioni online che faremo. Ma andiamo con ordine.

EMPSA, UN ATTORE TUTTO EUROPEO

L’obiettivo di EMPSA è permettere al Vecchio Continente di dire la propria in un settore che, fino a oggi, è stato monopolizzato dagli statunitensi con Apple Pay e Google Pay. La progressiva digitalizzazione delle compravendite (e del denaro) ha comportato infatti a un progressivo interessamento per il settore da parte di molteplici attori. Non solo Google e Apple perché, come ricordava il recente report della Casaleggio Associati, anche l’Asia si prepara ad atterrare nel mercato con una formazione a due punte, schierando da un lato Samsung Pay e, dall’altro, Huawei Pay.

OCCORRE FARSI LARGO TRA USA E ASIA

In mezzo si posiziona appunto la Vecchia Europa, che tenta di recuperare il gap tecnico e di non restare schiacciata tra Est e Ovest anche sulla battaglia del contante elettronico. Del resto, come rimproverava soltanto qualche mese fa l’ultimo report di Ambrosetti (vera e propria autorità in materia per aver costituito la Community Cashless Society, una piattaforma finalizzata alla produzione di idee e contenuti sui pagamenti elettronici), l’Ue accoglie al suo interno diversi Stati ancora tanto, troppo affezionati al contante, tra cui ovviamente il nostro.

COSA SAPPIAMO DI EMPSA

Tornando a EMPSA, al momento non ci sono ancora molti dati. Si sa solo che il consorzio avrà sede a Zurigo e sarà presieduto da Søren Mose, presidente del consiglio di amministrazione dell’elvetica Twint, mentre alla vice presidenza ci sarà Anna-Lena Wretman, della svedese Swish (società da 6 milioni di utenti che consente il pagamento tramite QR). A chiudere il board il vice CEO e CFO di Twint, Anton Stadelmann, sarà il segretario generale.  Con ogni probabilità, è facile che le varie società che la compongono si alterneranno su queste tre poltrone. Così come è facile che già nei prossimi mesi si aggiungano altri attori presenti in Europa. Intanto questa alleanza di 7 società copre già oltre 25 milioni di utenti. Che per iniziare non è affatto poco, ma pesa l’assenza di protagonisti mediterranei.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati